Bella (PZ): Arrestato dai Carabinieri presunto pusher di “ossicodone”.

Condividi subito la notizia

I Carabinieri della Stazione di Bella, coadiuvati dalle unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Tito (PZ), hanno arrestato, in flagranza di reato, un 35enne di origini nigeriane, domiciliato in Bella, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel dettaglio, i Carabinieri, durante una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto 17 pasticche a base di ossicodone e materiale vario per il confezionamento di singole dosi, vanificando così il maldestro tentativo dell’uomo di disfarsene, lanciandole all’esterno della sua abitazione.

Immediato è scattato l’arresto in flagranza di reato del trentacinquenne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché il sequestro di quanto rinvenuto.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato, nei cui confronti vale naturalmente la presunzione d’innocenza, è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i successivi adempimenti di legge.

È bene ricordare che tale oppioide, che ha potenza 2 – 3 volte superiore alla morfina, se assunto unitamente a marijuana e alcol diventa un potente stupefacente ad elevato livello di dipendenza che, di moda nel Nord America da circa quindici anni, ha ormai invaso anche l’Europa, ove viene venduto nel mercato illecito dello spaccio ad un prezzo di circa 50 euro a compressa.

Il risultato operativo conseguito si colloca nell’ambito di un’efficace e mirata azione di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti, disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Potenza e condotta dai reparti dipendenti, finalizzata ad intercettare e perseguire possibili canali di approvvigionamento e distribuzione, strategia questa che nel corso dell’anno ha già permesso di conseguire rilevanti e positivi esiti nell’intera provincia.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*