Sostituzione di Pietro Simonetti al tavolo anticaporalato del ministero

Condividi subito la notizia

Riteniamo  la sostituzione di Pietro Simonetti, in rappresentanza della Regione Basilicata, al Tavolo Nazionale anticaporalato, istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, una rimozione non giustificata, un atto gravissimo che conferma il modus operandi di questa giunta regionale che rinnega la competenza, la professionalità e l’impegno di chi si è battuto con  rigore, etica e determinazione per la legalità e  per la dignità dei lavoratori immigrati contro ogni forma di sfruttamento. Probabilmente questa giunta , inconsapevolmente,  con le posizioni assunte, potrebbe  favorire  il proliferare della illegalità e lo sfruttamento dei lavoratori immigrati che operano in agricoltura. La mancata approvazione della delibera che avrebbe dovuto istituire la città della pace a Scanzano ne è la prova provata. Simonetti è una risorsa di conoscenza e competenza che non va dispersa e la Cgil si farà carico affinché la sua esperienza possa essere ancora a servizio del nostro territorio. Lo afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa. 

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*