Merra: 950 mila euro per la Ciclovia Giuliana a Matera

Condividi subito la notizia

La Regione finanzierà il progetto della Ciclovia Giuliana nella città di Matera, con 950 mila euro rivenienti da fondi europei del Po/Fesr Basilicata 2014/2020, come stabilito nel Comitato di Coordinamento e di Monitoraggio dello scorso 26 maggio riguardante l’ITI di Matera e presieduto dall’assessore alle Infrastrutture Donatella Merra insieme all’Autorità di Gestione del Po Fesr.

“Si tratta – ha commentato l’assessore Merra – di una operazione fortemente innovativa che mira a sostenere la cosiddetta mobilità lenta e cicloamatoriale in linea con le esigenze turistiche, ecologiche e di valorizzazione dei percorsi paesaggistici del nostro territorio, tutti elementi sui quali stiamo puntando già da tempo. Non dimentichiamo – ha aggiunto l’assessore – che la Basilicata è interessata fino al 4 giugno dall’Oscar del cicloturismo, manifestazione che mette al centro dell’attenzione nazionale le nostre vie storico-naturalistiche tra le più belle d’Italia. 

L’intento è quello di creare – ha proseguito l’assessore – un’infrastruttura che percorra alcuni dei luoghi più suggestivi dell’agro di Matera, come il lago di San Giuliano, sito dell’Oasi faunistica del Wwf, ove è stato ritrovato il più grande cetaceo del pleistocene e la cripta del Peccato Originale, sito rupestre ipogeo, situato all’interno del “Masseria Dragone”.

Con la creazione della ciclopedonale turistica – ha evidenziato l’assessore – intendiamo fornire al territorio un ennesimo fattore di crescita sia sociale che economica, lo sport e le attività all’aria aperta fanno bene alla salute, migliorano la qualità della vita ma sono anche l’occasione per visitare luoghi incantevoli e contesti naturali affascinanti, come quelli di cui disponiamo nel nostro territorio. Queste meritevoli iniziative servono a valorizzarli e farli conoscere ad un pubblico più vasto, sia di adulti che di giovani, dopo una fase di incuria e di abbandono, soprattutto per il loro valore storico, artistico, culturale. Inoltre, ci aspettiamo che anche il tessuto imprenditoriale si avvantaggi di questa scelta che riporta in auge i luoghi delle nostre radici, quelli dove sono nate e rivivono le tradizioni enogastronomiche e storico-culturali.

A breve – ha concluso l’assessore – la scheda progettuale della Ciclovia Giuliana sarà sottoposta al vaglio e all’approvazione della Giunta Regionale, contiamo di portare a termine questo decisivo intervento entro la fine del 2023”.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*