LA PULIZIA DI PISTICCI È ONERE SOLO DEI CITTADINI?

Condividi subito la notizia

Desta particolare sconcerto l’ordinanza n. 317 del 19 maggio 2022 con la quale il Sindaco di Pisticci HA ORDINATO a tutti i proprietari  e/o detentori di terreni e fondi incolti, cortili, giardini privati nonché aree inedificate private ricadenti nel territorio del Comune di Pisticci di procedere ENTRO E NON OLTRE il prossimo 5 giugno ad effettuare INTERVENTI URGENTI di sfalcio erba, pulizia e manutenzione, con comminazione di sanzione pecuniaria per il caso di inadempimento accertato.

Non si comprende come un’Amministrazione così incurante e disattenta rispetto ai bisogni del suo territorio abbia l’ardire di rivolgere ordini in tal senso ai privati cittadini, rivendicando la necessità di conferire al paese un’immagine di decoro che la stessa Amministrazione non garantisce.

Secondo l’ardita tesi dell’Amministrazione Albano l’omessa manutenzione degli spazi privati determinerebbe incuria e lesione dell’immagine del decoro urbano, generando scadimento nella percezione della qualità e dell’aspetto del paese. 

“Sogniamo o siam desti?”… La domanda sorge spontanea. 

Definisca il Sindaco Albano il significato della parola incuria, di decoro urbano, di qualità dell’aspetto del paese perché guardando il luogo in cui viviamo, davvero ci sfuggono! E non comprendiamo – ci scusi il Sindaco per lo scarso acume! – a quale modello debbano ispirarsi i cittadini di Pisticci, Marconia e delle altre zone ricadenti nel territorio comunale per poter assolvere all’onere di curare il proprio orticello o giardino, quando fuori da tali spazi lo scenario è quello di una discarica a cielo aperto.

Ebbene sì, nel territorio del comune di Pisticci il sudiciume regna sovrano e nonostante i suadenti proclami lanciati dai palchi in campagna elettorale come fossero caramelle e le promesse di fare dei nostri centri urbani il regno delle favole, ci ritroviamo a quasi un anno dalle ultime elezioni amministrative a camminare per le strade dei nostri paesi e a dover fare lo slalom tra spazzatura, erbacce, sterpaglie, buche nelle strade, residui talvolta anche pericolosi per la salute.

Altro che decoro urbano! 

Che l’Amministrazione si assuma le proprie responsabilità, senza scaricare oneri sui cittadini prima di aver assolto al proprio dovere. Che l’Amministrazione faccia ammenda e cominci a provare vergogna per l’incapacità con cui ad oggi ha portato avanti il proprio mandato, tradendo inesorabilmente le aspettative dei cittadini tutti. Che l’Amministrazione vada a casa, se non riesce a portare avanti il ruolo per cui i cittadini le hanno conferito fiducia.

Comprendiamo bene che i privati possano contribuire a rendere più gradevole l’aspetto del luogo in cui vivono, ma è assolutamente deplorevole l’ordine diramato in tal senso da un’Amministrazione che ignora i propri doveri e le proprie responsabilità e che pretende di acquisire il merito di avere un territorio lustro a scapito dei suoi cittadini, ai quali continua a dare solo cattivo esempio.

Ci saremmo augurati un presente diverso per Pisticci e Marconia… Continuiamo a confidare nel futuro. 

Pisticci in Comune

La Segreteria

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*