Bilancio previsione 2022-2024 Consiglio regionale, sì dall’Aula

Condividi subito la notizia

Gli stanziamenti delle entrate di competenza 2022 ammontano complessivamente ad euro 17.519.319,09. Per il 2023 e 2024, le previsioni di competenza per le entrate sono pari a 17.477.420,16 per ciascun esercizio finanziario

Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza (con 15 voti favorevoli di Lega, Idea, Bp, FI, Iv, FdI, Pd, Gm e 2 voti contrari di M5s) la delibera dell’Ufficio di Presidenza “Approvazione proposta Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2022-2023-2024 del Consiglio regionale”.

Il bilancio consiliare, espressione dell’autonomia garantita dall’articolo 24 dello Statuto, è il documento mediante il quale il Consiglio quantifica e organizza le risorse finanziarie da impiegare per il proprio funzionamento, sulla base di un processo di programmazione correlato agli obiettivi strategici assegnati alle singole strutture.

Gli stanziamenti delle entrate di competenza 2022, comprensivi di euro 2.600.000,00 per conto terzi e partite di giro, ammontano complessivamente ad euro 17.519.319,09. Le risorse derivanti da trasferimenti correnti ammontano a euro 14.596.519,09, previste entrate extratributarie per euro 322.800,00. Lo Stato di previsione delle Entrate fa registrare uno stanziamento di cassa pari a euro 24.892.411,77. Per il 2023 e 2024, le previsioni di competenza per le entrate sono pari a 17.477.420,16 per ciascun esercizio finanziario.

Tra i trasferimenti correnti per il triennio 2022-2024, figurano principalmente le somme trasferite da parte della Giunta regionale per le spese di funzionamento del Consiglio regionale (euro 14.500.000,00) e le risorse necessarie per lo svolgimento di funzioni delegate al Comitato regionale per le comunicazioni dall’Agcom (euro 66.120,16 per il 2022) e le somme trasferite dall’Agcom per premialità riferite alle conciliazioni e controversie (euro 30.398,93 per il 2022).

Tra le spese quelle legate al funzionamento e alle attività della Commissione regionale dei Lucani nel Mondo (si stima una spesa complessiva di circa 135 mila euro, per ciascun esercizio del bilancio pluriennale 2022-2024), quelle per l’organizzazione e lo svolgimento del Premio ai Lucani Insigni (si stima una spesa di circa 15 mila euro), quelle previste per il settore dell’informatica (spesa presunta pari ad euro 326.000) legate ad alcune iniziative, tra le quali l’ammodernamento e riprogettazione del sito web istituzionale del Consiglio regionale, la messa a regime e pieno utilizzo del nuovo sistema di videoconferenza per attività di formazione e incontri istituzionali. Per il funzionamento e l’attività della difesa civica è prevista una spesa di circa 47 mila euro, mentre per il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza si stima una spesa, comprensiva delle attività, di circa 44 mila euro. Vengono, inoltre, stanziate le risorse assegnate dall’AGCOM.

Il Totale generale delle Spese, comprensivo delle partite di giro, prevede uno stanziamento di competenza, a pareggio con le entrate, pari ad euro 17.519.319,09 per il 2022 e ad euro17.477.420,16 per gli esercizi 2023 e 2024. Lo stanziamento di cassa delle spese ammonta ad euro 21.190.313,10.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*