Turismo, Bardi: dal report dell’ISNART dati molto positivi

Condividi subito la notizia

“L’indagine realizzata dall’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche (ISNART) per la Camera di Commercio della Basilicata conferma le sensazioni positive degli ultimi mesi sulla crescita del settore turistico, che è una delle leve fondamentali della ripresa economica post – pandemia nella nostra regione”.

È quanto afferma il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi.

“Una crescita che era già iniziata nel 2021 – prosegue – ma che nei primi mesi del 2022 si è fortemente consolidata, confermando un trend che stiamo osservando già da tempo con estrema soddisfazione: i visitatori che scelgono la Basilicata fanno vacanze all’insegna della natura e della cultura, vengono in diversi periodi dell’anno, vogliono godere della bellezza e della tranquillità dei luoghi. La nostra regione viene associata sempre di più a quei valori di autenticità che rendono unico il nostro territorio, con i suoi tesori artistici, il paesaggio, le tradizioni enogastronomiche, la cultura”.

“Puntare sulla destagionalizzazione, fare rete fra istituzioni e operatori del settore, promuovere il territorio in maniera coordinata: sono queste – aggiunge il presidente – le scelte vincenti che la Regione e l’APT hanno fatto per sostenere il turismo in Basilicata. Ora si tratta di migliorare i servizi e le infrastrutture, per rendere più facilmente accessibili e valorizzare al meglio tutti i territori della Basilicata oltre che per consolidare ed allungare le presenze legate all’escursionismo ed al turismo di prossimità. Come governo regionale – conclude Bardi – siamo impegnati in questa direzione, sono certo che con l’impegno e la creatività degli operatori turistici potremo certamente raggiungere risultati significativi. Ci stiamo concentrando sui fatti e stiamo ottenendo grandi risultati, mentre i soliti noti cercano di sminuire il lavoro di enti e operatori, diffondendo fake news come l’assurdo, ridicolo e infondato pettegolezzo sulla sede APT a Matera

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*