Marsicovetere (17/05/2022) – AVIS Marsicovetere. riprendiamo a donare Sangue.

Condividi subito la notizia

Causa forza maggiore, sono trascorse alcune settimanne dall’ultimo appuntamento dedicato alle donazioni del sangue e, durante questo periodo, ci siamo chiesti quanto è importante la presenza delle strutture, dei sanitari e dei volontari che di adoperano costantemente alla raccolta di sangue, di plasma e di piastrine.

Non abbiamo potuto, nel nostro piccolo, aiutare grazie ai donatori, quelle 1800 persone che, ogni giorno, sono a rischio cure per la mancanza di sangue ed emoderivati.

Non abbiamo potuto contribuire ad incrementare il numero delle sacche di sangue raccolte  che,a causa dell’emergenza Covid-19, sono diminuite del 10%. Un dato preoccupante che si unisce alla necessità di coinvolgere maggiormente i giovani, tra le fasce di popolazione meno sensibile alla tematica.

Favorire la diffusione di una vera e propria “cultura del dono” su tutto il territorio comunale e della Val d’Agri è il nostro obiettivo primario. A questo proposito vogliamo ricordare che la procedura per l’ingresso di nuovi donatori prevede esami ematici per conoscere il gruppo sanguigno, parametri biochimici e test infettivologici. Viene effettuata, inoltre, una visita medica accurata ed ad una attenta anamnesi per patologie pregresse ed eventuali stili di vita e comportamenti che possano costituire un rischio per il ricevente.

Con la donazione il nostro sangue si rigenera e dona nuova linfa all’organismo. Quello raccolto, invece, inizia un percorso nuovo e torna in movimento per raggiungere chi ne ha più bisogno grazie, come già citato, ai tanti volontari e operatori sanitari impegnati su tutto il territorio.

Essere un donatore oppure non esserlo è una scelta libera dell’individuo e l’atto che ne consegue è un dono. Per questo si parla di “donazione” del sangue, perché si tratta di un atto volontario di generosità, che pertanto non può essere oggetto di remunerazione.

Donazioni gratuite e necessarie da quando, nel 1818, il medico inglese James Blundell, eseguì la prima trasfusione di sangue, da uomo a uomo, durante un intervento chirurgico. Le prime trasfusioni erano spesso letali, a causa delle reazioni immunologiche, poiché non si aveva nessuna nozione dei gruppi sanguigni umani e della loro compatibilità (scoperta con cui l’austriaco Karl Landsteiner vinse il premio Nobel nel 1930). Oggi la trasfusione è una pratica clinica sicura ed è possibile conservare il sangue donato dai volontari, grazie alla scoperta dei conservanti anticoagulanti, e disporre di scorte pronte ad essere utilizzate nei casi di bisogno.

“Ciò che puoi fare non è che una goccia nell’oceano. Ma se questa goccia non ci fosse, all’oceano mancherebbe. Sapere che anche una sola esistenza è stata più lieta per il fatto che tu sei esistito: questo darà senso alla tua vita”.

Un accorato appello, inoltre, è pervenuto alla nostra sede per sensibilizzare quanti fossero donatori di gruppo A Negativo a recarsi a donare per una urgenza presso U.O. Medicina Trasfusionale A.O.R. “San Carlo” Potenza.

Il nostro invito, allora, è quello di raggiungerci all’unità di raccolta di Avis Marsicovetere, presso il Kiris Hotel, dove Sabato 21 Maggio, dalle 8.00, sarà possibile effettuare la donazione del Sangue.

Iscriviti alla nostre pagine Facebook e su Instagram, seguici e raccontaci delle tue esperienze in Avis. Grazie di cuore

           La President Marta Binetti     

  

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*