Conferenza di Franco Montanari, il filologo greco, manager internazionale della cultura classica

Condividi subito la notizia

Potenza, mercoledì 18 maggio 2022, Rione Francioso, ore 16 Dip. di Scienze Umane (Aula Scotellaro) 

Mercoledì 18 maggio 2022 a Potenza, alle ore 16 nel Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli studi della Basilicata (Rione Francioso, Aula Scotellaro), Franco Montanari (Università degli Studi di Genova) terrà una conferenza dal titolo “La resurrezione di Omero dopo il Medioevo”. Franco Montanari è uno dei più autorevoli esperti a livello mondiale nel campo degli studi su Omero, nonché curatore del “GI – Vocabolario della lingua greca”, il dizionario a oggi più adottato nei licei classici, di cui ogni anno in Italia si stampano circa ventimila copie, con una straordinaria diffusione all’estero. Proprio di Omero parlerà nella lezione che terrà all’Università, all’interno del ciclo di “Seminari di Archeologia e Cultura Classica”: si tratta di incontri che si tengono da una decina d’anni, affidati a noti specialisti del settore e destinati in particolar modo a studenti (universitari e di scuola superiore), dottorandi, docenti, ma aperti anche al pubblico esterno. L’obiettivo è di promuovere la riflessione e favorire il dibattito su temi e problemi nodali nella cultura greco-latina, al centro dell’attuale discussione scientifica, diffondere i risultati delle ricerche, coinvolgere il territorio e orientare agli studi universitari. La professoressa Elena Esposito (docente di Lingua e letteratura greca; Papirologia nel Disu dell’Unibas) ha evidenziato che “il greco non è una lingua morta e la cultura classica è quanto mai vitale! Ogni anno la pubblicazione di papiri e manoscritti inediti aggiunge nuovi termini, nuovi testi a quelli noti e le nostre conoscenze si modificano e si ampliano di continuo. Da qui la necessità, per il progresso del sapere e per formare le nuove generazioni di studiosi, di strumenti costantemente aggiornati, quali dizionari, banche dati testuali e bibliografiche, edizioni digitali: a tutto ciò Franco Montanari ha dato eccezionale impulso. Il mondo antico è un fertile campo di lavoro, aperto alle sperimentazioni e al passo con la modernità. Nel Dipartimento di Scienze Umane i docenti sono inseriti in reti internazionali di ricerca e l’area dell’Antichistica dell’Unibas, da sempre tra gli ambiti di eccellenza dell’Ateneo lucano – ha proseguito Esposito – negli ultimi anni ha ricevuto valutazioni a tal punto positive da risultare seconda per qualità della ricerca, tra i piccoli Atenei italiani, solo alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Il Dipartimento di Scienze Umane offre la possibilità, a chi è appassionato, di studi classici, di iscriversi al Corso di Laurea triennale in Studi Umanistici, seguire il curriculum classico e perfezionare poi la propria formazione nella Laurea Magistrale in Filologia Classica e Moderna”.

La conferenza sarà fruibile anche su piattaforma Meet: meet.google.com/nyy-fnnk-irg

Franco Montanari si è formato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dal 1986 è stato professore ordinario di Lingua e letteratura greca, presso l’Università di Genova e durante tutta la sua attività accademica non ha mai smesso di diffondere nel mondo il valore degli studi classici, greci in particolare, sensibile e ricettivo nei confronti delle nuove tecnologie, del digitale e del mutare delle esigenze dei fruitori. Dirige prestigiose riviste scientifiche, ha diretto fino allo scorso anno il Centro italiano dell’Année philologique (repertorio bibliografico indispensabile ai filologi classici di tutto il mondo), nonché numerosi altri progetti di ricerca di cui è stato l’ideatore (vd., ad es., http://www.aristarchus.unige.net/it-IT). Lo supportano nell’attività scientifica e di divulgazione una qualificata équipe di ricercatori, di cui fa parte anche l’attuale titolare della cattedra di Lingua e letteratura greca dell’Università della Basilicata, prof.ssa Elena Esposito (Dipartimento di Scienze Umane – DiSU).

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*