L’onorevole Maria Antezza, senatrice della Repubblica italiana, annuncia la prossima pubblicazione del libro: Amici da sempre .. Amici per sempre. Di Adele Staffieri e di Vito Coviello, scrittori di Matera.

Condividi subito la notizia

L’onorevole Maria Antezza, senatrice della Repubblica italiana, annuncia la prossima pubblicazione del libro: Amici da sempre .. Amici per sempre. Di Adele Staffieri e di Vito Coviello, scrittori di Matera.

Amici per sempre … Amici per sempre, libro di poesie di Adele Staffieri, insegnante nella scuola dell’infanzia e di Vito Coviello scrittore non vedente materano

Scoprire che nel mondo che viviamo c’è ancora posto per la poesia.

Scoprire che nel mondo che viviamo c’è ancora posto per la poesia, e per le emozioni che essa può suscitare, è una sorpresa che fa bene al cuore, tanto più se a parlarti sussurrando sottovoce è un’anima amica, come è per me quella splendida persona che risponde al nome di Vito Coviello, in questo
viaggio lirico compiuto con il controcanto di un’altra voce sublime, quella di Adele Staffieri.
Presi e travolti dai ritmi incalzanti del nostro vivere quotidiano, alle prese con le sfide angoscianti del nostro tempo, avevamo smarrito la sensibilità alle suggestioni della parola, ci eravamo dimenticati che nulla più della poesia può esserci compagna nei momenti di benessere e di esaltazione, ma soprattutto in quelli di fragilità e di infelicità. E non a caso il tema dei “compagni di viaggio” è l’immagine più ricorrente di questa bellissima raccolta (v. “Come un viaggiatore nel tempo”, “Sentieri dell’anima”), e questo viaggio condiviso è esperienza di sentimenti unici “al di là del tempo e dello spazio” (v. “Ad un’amica”, “Il saluto”).
Ma la poesia di Vito e di Adele non è solo racconto virtuale dell’altro, della sua presenza, della sua voce, della sua mano, dei suoi suoni (v. “Passi”), è anche racconto dell’incontro con la ruvidezza del mondo reale, con la materialità della natura e dell’ambiente circostante, con i colori negati dalla malasorte della disabilità eppure perfettamente percepiti (v. “Quello che mi manca”). Ed è anche partecipazione consapevole e vibrante ai fatti drammatici del nostro oggi. Adele e Vito hanno inteso filtrare attraverso la poesia alcuni momenti rivelatori della loro esperienza di vita, ma ci hanno anche donato una
lezione unica di umanità, di quella semplicità quasi fanciullesca che è propria dei poeti, della capacità di leggere l’universo in una goccia di rugiada. E siamo vivamente grati ad entrambi per la bellezza dei
sentimenti e delle emozioni che ci hanno regalati
.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*