SPECIALISTICA AMBULATORIALE: ASPAT B. , RILANCIAMO CENTRALITA’ FISIOTERAPIA

Condividi subito la notizia

“Siamo certi che le Aziende Sanitarie di Potenza e di Matera daranno corso tempestivamente alla deliberazione della Giunta Regionale che consente il pagamento delle prestazioni erogate dalle strutture della specialistica ambulatoriale nel corso del 2021”. E’ il commento di Aspat Basilicata in una nota a firma della Presidente Antonia Losacco che esprime compiacimento per l’impegno assolto dalla Giunta e che fa seguito all’incontro avuto il 28 febbraio scorso con tutte le Associazioni di categoria alla presenza del Presidente Bardi. Nel ristabilire il corretto rapporto tra aziende erogatrici di importanti servizi per la salute dei cittadini e Regione-Asp-Asm diventa ancor più necessario – è scritto nella nota –  rilanciare, auspichiamo su basi nuove, la cooperazione pubblico-privata per affrontare adeguatamente i numerosi problemi derivanti dalla situazione di diffusione nella nostra regione della pandemia, che presenta aspetti e caratteristiche ancora complessi.

Per la presidente Aspat B. “non può essere ignorata la centralità – nel Sistema sanitario nazionale e Regionale  – della Fisioterapia, le cui prestazioni, com’è noto, assicurano il conseguimento dei LEA e riflettono importanti riverberi sull’intero versante socio-sanitario. In tal senso, si pensi, alla rilevanza dell’attività da svolgere nel settore del cosiddetto “long Covid” per i pazienti che hanno superato il contagio come tutte le altre esigenze di tutela della salute specie dei più fragili  e su soggetti portatori di situazioni di fragilità fisica, quali esiti di interventi chirurgici, esiti di traumi, o prestazioni di logopedia su bambini in età evolutiva, etc…L’Aspat Basilicata pertanto coglie l’occasione della deliberazione di Giunta come nuova opportunità per  aprire un trasparente e approfondito  confronto sul ruolo svolto all’interno del SSR dalle strutture eroganti le prestazioni di fkt, per garantire, come per tutte le altre strutture, una pronta ripartenza e quindi risposte adeguate ai crescenti bisogni dei cittadini.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*