Dottorati innovativi industriali: incontro con Confindustria Lecce

Condividi subito la notizia

l Rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice ha promosso un incontro presso Confindustria Lecce per illustrare le opportunità dei “dottorati innovativi industriali”, introdotti con il decreto 352/2022 dal Ministero dell’Università e della Ricerca.
«L’Università del Salento è risultata assegnataria di 67 borse di dottorato industriale, che potranno essere attivate solo laddove l’Ateneo trovi imprese operanti a livello regionale, nazionale e internazionale disposte a cofinanziarle», spiega il Rettore, «La finalità di questi dottorati è, infatti, il rafforzamento dell’interazione tra Atenei e imprese attraverso lo sviluppo di programmi che risultino funzionali tanto alla formazione di giovani professionalità in grado di supportare l’innovazione e la competitività delle imprese, quanto alla condivisione di percorsi di ricerca anch’essi finalizzati al rafforzamento delle performance competitive delle imprese. Ciascuna borsa di dottorato deve essere infatti finalizzata a sviluppare un tema di ricerca che l’Università deve concordare con l’impresa cofinanziatrice, che nel corso del triennio dovrà ospitare il beneficiario della borsa per un periodo variabile tra 6 e 18 mesi. Da qui l’idea di incontrare imprese e organizzazioni di imprese, come Confindustria Lecce, cui UniSalento è da tempo legata in molteplici forme di collaborazione, per ricordare le nostre numerose competenze di ricerca e progettazione. Competenze che, in percorsi formativi altamente qualificati e personalizzati, come nel caso dei dottorati innovativi industriali, potranno trovare ideale sviluppo nella formazione di giovani talenti. Sono certo che saranno molte le aziende che vorranno cogliere questa opportunità e consolidare la propria collaborazione con il nostro Ateneo».

«Credo fermamente nella collaborazione tra sistema universitario e mondo delle imprese. L’opportunità che ci si presenta è davvero importante per contribuire, da un lato, ad accrescere la competitività delle imprese e l’attrattività del Salento e, dall’altro, a dare un futuro in questa terra ai giovani talenti formatisi presso UniSalento», dice Nicola Delle Donne, Presidente reggente di Confindustria Lecce, «L’auspicio è che queste occasioni di collaborazione diventino vera contaminazione e Confindustria Lecce e l’Università si incontrino con cadenza fissa per programmare iniziative e progettualità che portino sviluppo, occupazione e crescita. Start up, spin – off, brevetti, attività e dottorati di ricerca, borse a valere sul PNRR, nuove idee di impresa, iniziative di innovazione, bandi di finanziamento, matching domanda/offerta di lavoro sono solo alcuni esempi delle innumerevoli sfide da superare insieme per dare risposte ai bisogni delle imprese, dei giovani e del territorio. Solo lavorando insieme sarà possibile creare un circolo virtuoso che faccia emergere anche le domande inespresse di ricerca, sviluppo e innovazione, individuando tutte le possibili soluzioni per innalzare la capacità di competere dell’intero sistema territoriale. Gli effetti positivi di tale approccio saranno immediati e, allo stesso tempo, duraturi».

Per l’attivazione del corso di dottorato innovativo industriale, alle imprese è richiesto un cofinanziamento di 30mila euro complessivi per ciascuna borsa di durata triennale. Le imprese che intendono cofinanziare una borsa di dottorato potranno avvalersi della possibilità – previa sottoscrizione di una fideiussione – di versare un rateo annuale di 10mila euro e potranno altresì beneficiare delle agevolazioni previste dal credito di imposta Industria 4.0. Le imprese interessate possono manifestare il loro interesse all’indirizzo segreteria.rettore@unisalento.it entro le ore 12 del 10 maggio 2022.

incontroUniSalentoConfindustriaLecce dottoratiinnovativi02 - Radio Laser - news matera potenza puglia e basilicata

Lecce, 5 maggio 2022

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*