La rielezione di Cicala nella più totale indecenza: Leone si conferma un sessista

Condividi subito la notizia

Donato Pessolano, segretario Regionale «Cicala rieletto per il rotto della cuffia,
ma a sconvolgere tutti è l’episodio che ha visto protagonista Leone a discapito
dell’Assessore Merra: una vergogna senza fine»
Il dottor Leone ancora una volta si fa protagonista di un teatrino che ha superato
ogni limite. Nella seduta odierna per la elezione del Presidente del Consiglio
Regionale una donna, una istituzione politica, una professionista viene offesa modo
vile e spregevole. «Cicala – afferma Donato Pessolano, segretario Regionale di
Basilicata in Azione, è stato rieletto per il rotto della cuffia, ma a sconvolgere tutti è
l’episodio che ha visto protagonista Leone a discapito dell’Assessore Merra: una
vergogna senza fine». Con queste parole Pessolano commenta l’increscioso
episodio, ormai divenuto il cardine della giornata odierna. «Le donne – prosegue –
non sono solamente quote rosa da dover inserire necessariamente, è bene che
siano proprio loro a prenderne atto. Le donne sono protagoniste della politica,
devono esserlo ma non perché la legge lo richiede. Leone si è dimostrato per quello
che è, ed ora tutti siamo a conoscenza delle sue espressioni sessiste. Cito le parole
della della Commissione Regionale Pari Opportunità della Regione Basilicata “Se è
difficile, infatti, condividere con le donne che offrono il proprio impegno nella vita
politica, le posizioni di responsabilità istituzionale nonché i ruoli di
rappresentanza e di governo della regione, attenendosi ai numeri strettamente
necessari al rispetto del livello minimo di civiltà, risulta estremamente facile,
ridondante e quasi scontato, abbandonarsi in considerazioni, apprezzamenti e
consigli che nulla hanno a che vedere con la civiltà che si chiede a chiunque, sia
uomo della strada che a quello delle istituzioni”».

Il dottor Leone ha chiaramente sottolineato la sua totale incapacità nel gestire
l'emergenza sanitaria, nel mantenere il suo posto in regione senza rinunciare mai
alla sua inciviltà nelle parole e negli atti.
«Faccio gli auguri di buon lavoro a Carmine Cicala, anche se Leone ha rubato la
scena al neoeletto Presidente. La mia totale solidarietà all’Assessore Donatella
Merra, è impensabile che si assista a queste scene inqualificabili. Chiediamo
provvedimenti immediati. La Basilicata e i lucani non merita questo. Donatella
Merra non merita questo. Le donne e gli uomini della politica lucana non meritano
di rapportarsi con Leone. È necessario mettere al centro la Basilicata – conclude –
estirpando dalla politica lucana chi fa il male di questa Regione».

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*