UECOOP: SOS “FALSI COOPERATORI”, SICUREZZA SUL LAVORO A RISCHIO E TRUFFE.

Condividi subito la notizia

Con oltre un milione di addetti le società cooperative rappresentano uno straordinario bacino occupazionale per il Paese da difendere contro il proliferare di “falsi cooperatori” il cui unico scopo è utilizzare il modello cooperativo per scaricare in modo fraudolento i costi di qualche grande azienda lucrativa, partecipare ad appalti e sub-appalti sotto costo, risparmiare sulla sicurezza e al tempo stesso frodare il fisco e gli enti previdenziali. E’ l’allarme lanciato dall’Unione Europea delle Cooperative (UeCoop) in occasione della partenza della prima serie di sette video-incontri, per tutto il 2022, organizzati insieme all’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) e che coinvolgerà anche una rappresentanza di cooperative lucane.

Grazie alla disponibilità dell’INL e del suo Direttore Capo Bruno Giordano con questo ciclo di webinar vogliamo promuovere – precisa Uecoop – la sicurezza in un’ottica di tutela e rispetto delle persone e del loro lavoro. Proprio in merito alla sicurezza sul lavoro – spiega Uecoop – più di 3 persone sono morte ogni giorno nell’esercizio della propria attività lavorativa (1221 in totale) e 555 mila gli infortuni sono stati segnalati nel 2021 in base ai dati INAIL.

Gli incontri organizzati UeCoop, con la partecipazione del Dott. Marco Bellumore dell’INL, sono momenti formativi con approfondimenti su lavoro regolare, vantaggio mutualistico, tutela dei lavoratori, prevenzione degli infortuni, rapporti tra soci e cooperativa, gestione degli appalti. L’intero percorso informativo sarà poi pubblicato anche online su www.uecoop.org e diffuso tramite i canali social di UeCoop.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*