Cupparo: produzioni bio e di qualità “vincenti” in mercati ortofrutta

Condividi subito la notizia

L’assessore alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Francesco Cupparo, intervenendo oggi a Scanzano Jonico all’incontro per l’inaugurazione di nuova struttura Apofruit, finanziata con il PSR 2014/2020, ha sottolineato “il test positivo che è venuto per l’ortofrutta lucana, solo poche settimane fa, da Fruit Logistica a Berlino. Un test – ha detto – in linea con l’obiettivo che Apofruit si pone attraverso la nuova struttura, una nuova piattaforma di lavorazione, trasformazione, commercializzazione per intensificare l’attività – particolarmente importante per tutto il settore lucano e non solo – di valorizzazione e vendita nei mercati nazionale ed internazionali”. Cupparo ha evidenziato “la scelta di produzioni biologiche e di qualità, come fragole e piccoli frutti, produzioni innovative per il territorio metapontino, che si rivelerà vincente anche in questa fase difficile per i mercati. Come sono certo che la particolare attenzione mostrata da Apofil all’interno del progetto di investimenti dedicata alla fragolicoltura, che rappresenta da diversi decenni una delle colture più rappresentative e specializzate nel Metapontino, accrescerà la competitività, la sostenibilità e il peso contrattuale dei produttori del comparto frutticolo, consentendo benefici non solo economici, ma anche ambientali e sociali. Tali benefici avranno anche ripercussioni positive sull’intera economia regionale”. 

Nel sollecitare gli operatori della filiera ortofrutticola ad “intensificare la spesa degli investimenti” l’assessore ha riferito che a due anni dal Progetto di valorizzazione della filiera ortofrutta per 4,3 milioni di euro circa, lo stato di avanzamento – dai dati in possesso degli uffici dipartimentali – è poco meno del 40 per cento.

Cupparo ha colto l’occasione per ricordare l’impegno che dal Dipartimento Attività Produttive ho svolto a sostegno di un Progetto che all’interno della ZES Jonica è destinato a dare benefici diretti ed indiretti al vostro lavoro e a quello dei produttori agricoli del Metapontino. Si tratta della Piattaforma logistica Val Basento che – come Giunta – abbiamo candidato nel PNRR per 45 milioni di euro e all’A.P. con una dotazione finanziaria di 14 Meuro che mira a promuovere la realizzazione di Piani di Sviluppo Industriale per il rilancio della Val Basento.  Lo scopo dell’Avviso Pubblico è finalizzato sia ad aumentare il livello di competitività delle imprese già insediate nell’area Val Basento attraverso la ristrutturazione delle loro attività mediante interventi di riposizionamento strategico sui mercati, ma soprattutto quello di attrarre nuove attività imprenditoriali nell’area industriale della Val Basento, dotate di significativa valenza in termini di occupazione oppure di investimenti programmati ovvero di tasso di innovazione tecnologico-produttiva. Inoltre, la Regione Basilicata ha candidato il polo logistico di Ferrandina quale Zona Franca Doganale.

È evidente che in un momento storico così complicato – ha detto ancora – il nostro impegno non può bastare, come quello di ogni Regione, e diventa necessaria un’azione congiunta con la Comunità Europea e il Governo per fare di più coinvolgendo tutti gli attori della filiera agro-alimentare, a partire dai produttori. Le Regioni in proposito hanno indicato alcune proposte prioritarie per assicurare misure urgenti alle aziende agricole colpite dagli effetti della guerra in Ucraina e per favorire la liquidità delle imprese e sui costi energetici, come la riduzione delle accise sul carburante e dell’Iva. Sono in particolare indispensabili misure di sostegno a determinate produzioni agricole, prevedendo una maggiore attenzione alle culture cerealicole e industriali destinate all’alimentazione umana e zootecnica. Diventa indispensabile modificare alcune condizioni, come il tetto massimo per gli aiuti di Stato, in modo da sostenere le imprese sui maggiori costi di carburanti, mangimi e fertilizzanti”. 

Ufficio Stampa e Comunicazione

Giunta regionale della Basilicata

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*