AMENDOLARA la stazione zoologica è la casa di tutti specialmente degli amendolaresi.

Condividi subito la notizia


La stazione zoologica è la casa di tutti specialmente degli amendolaresi.
Benvenuti all’Anton Dohrn, il centro di ricerca, che occupa una delle prime dieci posizioni nella top ten del mondo. E che presto ospiterà il più grande acquario del Mediterraneo e una sala didattica destinata alle scuole e a chiunque voglia migliorare le proprie conoscenze sul mare. Parole e musica del suo direttore Silvio Greco. Che stamattina in conferenza stampa, unitamente al sindaco  Pasquale Aprile e al suo predecessore, attuale capogruppo di maggioranza, Salvatore Antonio Ciminelli, al direttore Paolo D’Ambrosio, ha presentato ufficialmente il piano di gestione della Secca, che è  passata da Sic a zona speciale di conservazione. “Noi siamo per il rigore scientifico. Abbiamo fatto tanto in questi primi mesi di attività. Il Governatore Roberto Occhiuto ci ha affidato la depurazione di tutti i mari calabresi, ci stiamo lavorando da 7 mesi, con i nostri 25 ricercatori di Amendolara. Siamo pronti con la Scheda del progetto per la farmacia del mare per dar vita a farmaci  chemioterapici e per la terapia del dolore. Lavoreremo su questi prodotti farmaceutici che si occupano di queste due tipologie di patologie. D’intesa con l’assessore regionale all’agricoltura e pesca, Gianluca Gallo, stiamo predisponendo un progetto per la carta vocazionale dei mari calabresi, per rispondere con rigore scientifico a chi deve poi gestire la cosa pubblica”. E ancora, ha ripreso il professor Greco. “Ci stiamo allargando, siamo alla ricerca di ulteriori locali,  di spazi per i nostri  laboratori, e siamo disponibili a collaborare con tutti gli Enti pubblici, ed in primis con  Amendolara che ci ospita, e che senz’altro avrà un rapporto privilegiato”. Così l’ex assessore regionale all’ambiente ora a capo dell’importante struttura scientifica. La mattinata che ha visto la presenza di tutto l’esecutivo Aprile, dei consiglieri d’opposizione Maria Rita Acciardi e Rocco Falsetti, di tanti giornalisti e soprattutto dei giovani ricercatori, è stata aperta dal primo cittadino che ha salutato gli ospiti presenti, mettendo in risalto l’importanza di avere in loco un centro d’eccellenza a carattere scientifico come la Stazione zoologica. L’avvocato Ciminelli con il piano di gestione in mano, è stato il primo a credere ed a volere l’Anton Dohrn ad Amendolara, investendo risorse ed energie durante le sue due consiliature, ha reso noto i risultati ottenuti dalla Stazione zoologica.
E oggi si gode i frutti di tanto lavoro, insieme all’attuale squadra di governo di cui lui stesso fa parte, guidata appunto da Pasquale Aprile che per dieci anni ha ricoperto con esperienza e passione al servizio dei cittadini, il ruolo di suo vicario. È stato anche rimarcato che le due stazioni consorelle di Amendolara e Sicilia lavorano a braccetto, ed è frutto di questa intesa, il primo parco eolico offshore, galleggiante nel Canale di Sicilia. Lo stesso, situato a oltre 65 chilometri dalla costa, antistante la città di Palermo, sarà realizzato in più fasi e produrrà energia complessiva per circa 2,8 GW, ossia pari al fabbisogno energetico di 3,4 milioni di famiglie.
Il progetto, i rilievi e quant’altro, verranno effettuati e  analizzati dai  ricercatori della stessa  Stazione Zoologica Anton Dohrn, che oltre alla grande visibilità, anche a livello internazionale, che sta dando ad Amendolara e al territorio, è senz’altro motivo di sviluppo per l’economia del paese, dove ormai da tempo, vivono stabilmente  diversi ricercatori. Con il brand  Amendolara nel mondo che continua a farsi strada. 

20220412 122941 - Radio Laser - news matera potenza puglia e basilicata
Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*