7 aprile seminario contrasto discriminazioni omobitransfobiche

Condividi subito la notizia

“UNISALENTO SPAZIO APERTO” CONTRO LE DISCRIMINAZIONI OMOBITRANSFOBICHE: IL 7 APRILE 2022 SEMINARIO DI APPROFONDIMENTO
Si parlerà del manifesto vincitore del contest studentesco lanciato dal Comitato Unico di Garanzia dell’Università del Salento

“Metro di giudizio” di Vanessa Cecchini, studentessa dell’Università di Bologna, è l’idea grafica vincitrice del concorso di idee lanciato nell’ambito del progetto “UniSalento Spazio Aperto”: un ciclo di iniziative organizzato dal CUG – Comitato Unico di Garanzia dell’Università del Salento, in collaborazione con l’Associazione RaNe – Rainbow Network APS e Agedo Lecce, per promuovere processi di inclusione e valorizzazione delle differenze e contrastare le discriminazioni omobitransfobiche.

A partire dall’idea portante di questo manifesto, che è stato diffuso in Ateneo e nella città di Lecce, e dal suo slogan “Non ci vedi nulla di sbagliato finché non ti dicono che dovresti”, giovedì 7 aprile 2022 alle ore 16.30, nell’aula 5 dell’edificio 6 del complesso Studium 2000 (via di Valesio, Lecce), è in programma un seminario di approfondimento.
Introdotto e coordinato da Paola Martino del CUG UniSalento, il seminario vedrà la relazione introduttiva di Irene Strazzeri, docente a UniSalento di Sociologia generale, e la testimonianza della vincitrice del contest Vanessa Cecchini. Il seminario potrà essere seguito in presenza e online sulla pagina Facebook del CUG https://www.facebook.com/cugunisalento.

Rivolto a studenti e studentesse di qualunque università italiana, il contest prevedeva la realizzazione di una proposta di manifesto artistico di sensibilizzazione sulle tematiche LGBTI. Nell’ambito del progetto “Spazio aperto” sono stati organizzati anche un percorso formativo sui processi di inclusione, valorizzazione delle differenze e contrasto alle discriminazioni omobitransfobiche nei contesti universitari rivolto al personale tecnico e amministrativo, ai docenti e agli studenti dell’Università del Salento, e due giornate di sensibilizzazione con banchetti informativi, workshop, improvvisazioni teatrali e presentazione di libri.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*