Imprenditoria femminile: Gentile, bene nuovo fondo, misure Pnrr in “chiaroscuro”

Condividi subito la notizia

“Il via a partire dal mese di maggio delle domande per il Fondo del Ministero dello  sviluppo economico (200 milioni di euro complessivi), che incentiva le donne ad avviare e rafforzare   nuove attività imprenditoriali per realizzare progetti innovativi, ha un significato particolare di incoraggiamento per l’imprenditoria femminile in uno scenario internazionale e nazionale sempre più complicato e difficile”. E’ il commento di Rosa Gentile, presidente del Comitato Imprenditoria Femminile Camera Commercio Basilicata e dirigente nazionale e regionale di Confartigianato.

“Il provvedimento presentato dal Ministro al Mise Giorgetti e sostenuto dalla Ministra alle Pari Opportunità Bonetti – aggiunge – punta decisamente sulla ripresa e il rilancio della impresa rosa, a cui c’è bisogno di fornire adeguate  assistenza e consulenza”.

Nel sottolineare che la Basilicata si colloca tra le regioni con la maggiore concentrazione di imprese femminili, con una incidenza del 25% sul totale, Gentile evidenzia la grande capacità di resilienza dell’imprenditoria femminile lucana e meridionale che ha molto sofferto le conseguenze economiche della crisi pandemica e sta soffrendo quelle della guerra in Ucraina. Ma questo – continua – non può bastarci. Le attese sono rivolte al Pnnr dal quale emerge, in questa fase di avvio,  una situazione in chiaroscuro, con punti di forza e misure connesse direttamente alla valorizzazione delle donne (vedi il fondo Impresa donna, la certificazione obbligatoria di genere, gli appalti con criteri di genere, quote di 40% nelle ricercatrici), ma anche criticità che desideriamo segnalare perché auspichiamo si possano introdurre dei correttivi nel prosieguo del Piano».

“ Incentivare la partecipazione femminile all’attività d’impresa, supportandone le competenze e la creatività per l’avvio di nuove iniziative economiche e la realizzazione di progetti innovativi, attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati, – continua – è la strada giusta per una società più equa e inclusiva”.

Intanto il calendario per le domande è differenziato e prevede che: per l’avvio di nuove   imprese femminili o costituite da meno di 12 mesi la compilazione   delle domande è possibile dalle ore 10 del 5 maggio 2022 mentre la   presentazione a partire dalle ore 10 del 19 maggio 2022; per lo   sviluppo di quelle costituite oltre 12 mesi la compilazione delle   domande è possibile dalle ore 10 del 24 maggio 2022 mentre la   presentazione a partire dalle ore 10 del 7 giugno 2022.        

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*