Il Consorzio di Tutela dell’Aglianico del Vulture protagonista del Paestum Wine Fest 2022

Condividi subito la notizia

ENORME SUCCESSO DEL PAESTUM WINE FEST 2022 PER IL CONSORZIO DI TUTELA DELL’AGLIANICO DEL VULTURE di Scai Comunicazione

Grandissima affluenza per la manifestazione dedicata al vino che ha fatto registrare quasi 6000 ingressi nei 3 giorni di programma

Paestum, 22 marzo 2022 – Si è conclusa la decima edizione del Paestum Wine Fest, evento che ha visto anche quest’anno la partecipazione di alcune tra le più importanti aziende vitivinicole d’Italia, tra le quali ha spiccato anche il Consorzio di Tutela dell’Aglianico del Vulture. La realtà consortile lucana è stata tra le protagoniste di questa bellissima manifestazione, che ha dimostrato di avere fondamenta solide per diventare punto di riferimento per l’enologia e l’enogastronomia in Campania e al sud.

I vini delle aziende aderenti al consorzio, oltre ad essere stati esposti in un’area dedicata e somministrati ai partecipanti, grazie anche al supporto dell’Associazione Italiana Sommeliers di Basilicata, sono stati protagonisti nella giornata conclusiva del festival di una presentazione e degustazione dedicata all’Aglianico del Vulture, alla presenza di un selezionatissimo pubblico tra operatori ed enonauti. La masterclass è stata organizzata da Angelo Zarra, Ceo di Divini Assaggi, e dall’Ambasciatore dell’Aglianico del Vulture e della Basilicata nel mondo Luca Gardini “The Wine Killer”, recentemente eletto come Miglior critico di vini d’Italia al Mondo nell’ambito del più grande concorso mondiale sul vino BWW- Best Wine of the World, e già ospite del Consorzio alla scorsa edizione del Matera Film Festival.

Gli oltre 6000 ingressi registrati sono la dimostrazione che il PWF cresce ogni anno, avvalendosi sempre di iniziative differenti e stimolanti, come le masterclass, gli interventi di importanti personalità del settore, le presentazione di libri sul mondo dell’enologia e i momenti dedicati a specifici prodotti, oltre che della splendida cornice del Salone del Vino e della bellissima Paestum, città che vanta una lunga tradizione viticola ed enologica già ai tempi dei greci e dei romani.

Protagonista di questa edizione è stato proprio il territorio, con particolare riferimento alle sue varietà e la sua biodiversità, le quali riescono a dar vita ad una grande moltitudine di eccellenze vitivinicole e della gastronomia. Anche il presidente del Consorzio, Francesco Perillo, ci ha tenuto a sottolineare questo aspetto:

Siamo lieti di confrontarci ancora una volta con i protagonisti del settore che mirano, con il PWF, a porre le basi per la creazione di un sistema virtuoso, un gioco di squadra, nel quale le eccellenze della viticoltura possano esaltarsi e rafforzarsi a vicenda. Manifestazioni come questa rappresentano sempre un’ottima occasione per tutti e vanno supportate, come dimostrano i numeri raggiunti. Adesso aspettiamo le istituzioni, rivolgendo in particolare un messaggio all’Assessore all’Agricoltura della nostra regione.

Il Paestum Wine Fest è solo il primo degli appuntamenti per il Consorzio di Tutela dell’Aglianico del Vulture in programma nel 2022: questa, come quelle che seguiranno, rappresenta un’importante opportunità per accrescere la notorietà del marchio e rafforzare la presenza dei prodotti su tutto il territorio nazionale. 


CONSORZIO DI TUTELA DELL’AGLIANICO DEL VULTURE

Piazza Giustino Fortunato, 19, 85028 Rionero In Vulture (PZ)

consorzioaglianico@gmail.com – www.consorzioaglianico.it.

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*