MARTEDI’ 1 Marzo 2022, dalle ore 8,30 La Scuola Media di Dice No alla Guerra Con UNICEF Potenza

Condividi subito la notizia

Guerra in Ucraina: le madri cuciono sugli abiti dei figli il loro gruppo  sanguigno | Globalist

La situazione in Ucraina è peggiorata e le violenze degli ultimi anni sono degenerate in una guerra aperta. Mine, bombe, proiettili, feriti, e migliaia di uomini richiamati alle armi. Donne, anziani e bambini che lasciano le proprie case, anche loro a migliaia. Domani mattina dalle 9,00, in qualità di presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Potenza, avrò l’onore di incontrare la scuola media di Baragiano nel suo auditorium. Il dirigente scolastico Lorenzo Rispoli ha subito accettato la mia sollecitazione per incontrare le ragazze e i ragazzi per dire NO alla guerra in UCRAINA che tante sofferenze, distruzioni e morte, anche di bambini innocenti sta causando. E’ importante che la voce delle giovani generazioni si levi per affermare con papa Francesco che “ Chi fa la guerra dimentica l’umanità. La gente comune è la vera vittima e  paga sulla propria pelle la follia della guerra.”

Non siamo tornati indietro nel tempo, non è l’Europa di inizio Novecento. Siamo nel 2022, eppure la guerra è di nuovo qui, vicino a casa nostra. In questo momento, oltre 7,5 milioni di bambini e di bambine hanno bisogno urgente di assistenza umanitaria in Ucraina.

UNICEF, che opera da anni in Ucraina ha iniziato una raccolta fondi per raggiungere con assistenza medica, acqua potabile, kit per l’igiene personale e supporto psicologico tutti i bambini dell’Ucraina. 45525 è il numero per dare il Vostro contributo.

                                 Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Potenza

Condividi subito la notizia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*