Al via il consolidamento geomorfologico e la riqualificazione del versante collinare sottostante il Castello di Lucera

L’ufficio del Commissario di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico nella Regione Puglia ha formalmente consegnato e dato avvio ai lavori di consolidamento geomorfologico del versante collinare sottostante il castello di Lucera. L’attuale situazione di grave dissesto alla base della collina rappresenta un grave pericolo per la stabilità del pendio su cui è situato il famoso castello Federiciano che rischia seri danneggiamenti. Per molti decenni alla base della collina si sono protratte attività estrattive di argilla e si svolgevano attività industriali per la costruzione di mattoni. Questa attività fortemente impattante ha indebolito il versante collinare determinando un grave pericolo di instabilità.

Per questo la Regione Puglia, il cui Presidente Michele Emiliano è anche Commissario di Governo per il dissesto idrogeologico, insieme al Comune di Lucera, aveva programmato un intervento di consolidamento e riqualificazione provvedendo al finanziamento degli interventi mediante un accordo di programma con il Ministero per l’Ambiente.

L’intervento prevede la messa in sicurezza del versante situato sotto il castello in analogia a quanto già realizzato sul fronte Nord-ovest della collina nell’area sottostante l’ospedale di Lucera. Saranno realizzati terrazzamenti con materiale omogeneo stabilizzato con apposite tecniche di consolidamento (terre armate). Inoltre saranno realizzati sistemi di drenaggio delle acque meteoriche per evitare fenomeni di dilavamento del versante e conseguente erosione. L’intervento sarà completato con una sistemazione a verde mediante piantumazioni che stabilizzino il versante e creino una fascia boschiva di rispetto e protezione del pendio.

Il quadro economico prevede una spesa complessiva di oltre 5 milioni di € e i lavori avranno una durata di circa un anno e mezzo.

Alla consegna dei lavori ha partecipato il Soggetto Attuatore del Commissario di Governo ing. Elio Sannicandro con le responsabili del procedimento dr.sa Daniela Dicarne e ing. Giovanna Altieri, il direttore dei lavori, ing. Giuseppe Cavaliere, il coordinatore per la sicurezza ing. Manilo Mitrione, il collaudatore ing. Luigi Biondi e i rappresentanti dell’impresa Rotice esecutrice dei lavori. La cerimonia si è svolta alla presenza del sindaco Giuseppe Pitta e del consigliere regionale Antonio Tutolo.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*