LA MONACHELLA E I FAGIOLI MAGICI: una storia, forse, vera

LA MONACHELLA E I FAGIOLI MAGICI: una storia, forse, vera di Rudy Marranchelli (Autore), Dominga Tammone (Illustratrice)

Non poteva esserci occasione più adatta dell’Epifania, la festa più cara per i bambini, per annunciare la distribuzione del libro di Rudi Marranchelli (autore)  e Dominga Tammone (illustratrice) LA MONACHELLA E I FAGIOLI MAGICI: una storia, forse, vera .

Esistono storie che superano la fantasia per varcare i confini della realtà. Questa è una di quelle che nei secoli ha messo in discussione “verità universali”. In tanti, forse in troppi, hanno visto e percepito, la presenza della Monachella nei comuni lucani di Rotondella, Nova Siri e Montalbano J.
Frutto delle “storie da focolare” degli anziani, tramandate oralmente da generazioni, oggi la Monachella viene per la prima volta raccontata in un testo per bambini e adulti. La storia è stata studiata al fine di far coincidere le diverse testimonianze raccolte dall’autore in un unico elaborato.

La monachella, secondo l’immaginario popolare dei tre comuni del Metapontino è un essere misterioso e molto dispettoso. Ha la statura di una bambina, si confonde con le ombre e lunghi capelli le coprono il viso rendendola irriconoscibile. Si narra che nelle case è lei a nascondere gli oggetti e che la notte si mette sulla pancia di qualche malcapitato per disturbare il sonno. Tuttavia, anche se dispettosa, la monachella nasconde un tesoro e se si riesce a catturare, in cambio della libertà, è pronta a donare ricchezza e fortuna nel lavoro e nella vita domestica. 

“Con l’aiuto di Rosalia Violante (Terra Enotria Ceramiche) e Isa Rivelli  – riferisce Marranchelli – ho raccolto le testimonianze di diverse persone nei 3 comuni. Dalla sintesi del lavoro di ricerca, nasce questa “favola” sul “mito” della Monachella … una storiella per bambini “dai 9 ai 99 anni” finalizzata a non dimenticare uno dei personaggi leggendari che ha abitato i nostri luoghi, un Genius Loci (il genio del luogo – per riprendere una definizione cara agli Antichi Romani e ad Agostino Marottoli con cui, insieme a Rosa Gentile, abbiamo condiviso il Festival della Sostenibilità AGRIstorie, dove non sono mancate le incursioni della Monachella e di altri personaggi presenti nel libro). In sintesi ammetto che mi sono divertito e spero di divertire i lettori. I disegni dei personaggi sono di Dominga Tammone e Simona Pellegrini ha perfezionato la bozza del testo”.

Amazon ha pubblicato il testo che è disponibile al link: https://www.amazon.it/MONACHE…/dp/B09PK7KKKP/ref=sr_1_1..

La Monachella è stata la “”protagonista”” a Rotondella alla fine della scorsa stagione estiva del Festival della sostenibilità. La prima edizione inserita nel percorso “ORA, parliamo noi”. Una manifestazione nata con l’obiettivo specifico di creare una rete di stakeholders locali e non (associazioni, enti pubblici, cittadini, imprese) per la diffusione di buoni modelli di crescita e conservazione dell’artigianato e delle produzioni agroalimentari tradizionali, promuovendo azioni e buoni esempi di sostenibilità ambientale e turismo sostenibile. Oltre alle organizzazioni Confartigianato Matera, CIA Agricoltori Italiani, Slow Food Magna Grecia e ProLoco Rotondella era presente tutto il sistema “Ambiente Basilicata” – l’Assessore Regionale Gianni Rosa e i Dirigenti di Alsia, Farbas, Egrib; Arpab, Comunità del Cibo, GAC FLAG Coast to Coast, Oprol, Città dell’Olio, Città di Matera e naturalmente il GAL Start2020 con il Comune di Rotondella sostenitori dell’azione nell’ambito delle attività “Ultimo Miglio”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*