MARCONIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE OLIVICOLTORI DEI CALANCHI LUCANI

Una interessante iniziativa di olivicoltori del nostro territorio, che da qualche settimana hanno sottoscritto l’atto costitutivo di una nuova associazione che porta il nome di “ OLIVICOLTORI DEI CALANCHI LUCANI”. Come spiega il documento che porta la data del 16 ottobre 2021, il nuovo sodalizio, ha sede legale al Bivio di Marconia ed è composto da sei soci: Viggiani Graziantonio, Vena Antonio, Veglia Gianmichele, Di Tursi Carmela, Domenica, Sisto Perla, Giangreco Carmine. L’Associazione appena costituita, esclude ogni fine di lucro ed ha per scopo il perseguimento della valorizzazione, promozione e diffusione dell’olivicoltura. In particolare, le finalità che si propone, sono: la promozione di attività socioculturali inerenti ì’olivicoltura con lo scopo di favorire lo sviluppo tra soci e cittadini in genere, di iniziative destinate alla diffusione della cultura olivicola, preziosa risorsa del paesaggio dei Calanchi Lucani. Inoltre, l’impegno a istituire e gestire momenti formativi sulla coltivazione delle olive e la produzione di olio di qualità, oltre che promuovere manifestazioni ed attività culturali volte al raggiungimento degli obiettivi. L’Associazione inoltre, avrà il compito di stipulare convenzioni con Enti pubblici e privati per la gestione di corsi e seminari oltre che curare direttamente e indirettamente la redazione di pubblicazioni periodiche sulla attività statutaria. E’ prevista altresì, la promozione di cooperazione in ambito culturale e sociale con altre associazioni culturali del territorio per diffondere la conoscenza della coltivazione degli ulivi e la produzione di olio di qualità. Per raggiungere tali obiettivi, il sodalizio potrà collaborare o aderire a qualsiasi ente pubblico o privato, locale, nazionale o internazionale, nonchè avere rapporti con organismi, movimenti o associazioni con cui si ritenga utile avere collegamenti. Come si evidenzia nell’art.5 dello statuto, “l’Associazione, che avrà durata illimitata nel tempo, avrà come principi informatori analizzati nello allegato statuto sociale che fa parte integrante del presente atto costitutivo: assenza di fini di lucro, l’attività di interesse generale che costituisce l’oggetto sociale, la democraticità della struttura, le norme sull’ordinamento, l’amministrazione e la rappresentanza dell’associazione, i requisiti e le procedure per l’immissione di nuovi associati secondo criteri non discriminatori, coerenti con le finalità da perseguire e l’attività di interessa generale svolta, l’elettività, la gratuità dell’attività svolta dai volontari,, la sovranità dell’assemblea, la prevalenza dell’attività di volontariato dei propri associati, i diritti e gli obblighi degli stessi, le norme sulla devoluzione del patrimonio residuo in caso di scioglimento”. Il Consiglio Direttivo è composto dai signori Viggiani Graziantonio, Presidente, Veglia Gianmichele Vice Presidente, e i consiglieri Vena Antonio, Giangreco Carmine e Di Tursi Carmela Domenica. Una iniziativa che comunque va incoraggiata ed a cui occorre fare gli “ in bocca al lupo” per la buona riuscita di una operazione, la prima nella nostra zona, che possa perseguire tutti i suoi obiettivi e che, magari in futuro possa diventare modello di esempio per eventuali altre attività del genere sul nostro territorio.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*