Quartiere Sanità, la Giunta approva due progetti di riqualificazione

Sono stati approvati dalla Giunta due importanti progetti di riqualificazione di aree del quartiere Sanità.  L’intervento più rilevante riguarda l’area di circa 830 metri quadrati in via Villa Castelli, alle spalle della chiesa della Madonna della Sanità, in un punto strategico sia per soddisfare il fabbisogno dei parcheggi, dei quali la zona è carente, sia per garantire lo smaltimento dei flussi di traffico in entrata nella Città. Sarà rifatta la pavimentazione dell’intera area e della viabilità di accesso, inoltre saranno realizzate aiuole con la piantumazione di alberi e cespugli e un marciapiede per i pedoni che intendono raggiungere la vicina chiesa. L’importo complessivo dell’intervento è di 95.000 euro circa.

L’altro progetto approvato dalla Giunta riguarda l’intervento di riqualificazione dell’area di parcheggio in via Monsignor Olindo Ruggeri, anch’essa nel quartiere Sanità, finalizzato anche alla realizzazione di una zona “camper service”. L’area, già adibita a parcheggio, sarà sottoposta ai lavori necessari per attrezzarla con i servizi per i camperisti, quali: aree di parcheggio, colonnine per la ricarica elettrica e per l’erogazione dell’acqua potabile e dell’energia elettrica, scarichi per i servizi igienici. L’importo totale dell’intervento è di 64.000 euro circa.

“L’intervento nell’area in via Villa Castellicommenta l’Assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Palmisanorientra in più ampio progetto di recupero che sta interessando i quartieri di Martina negli ultimi anni. E’ una delle aree per lungo tempo rimaste abbandonate e che stiamo riqualificando per restituirla alla fruizione dei cittadini, tenendo conto delle loro esigenze. Mentre l’altra area, che è già utilizzata come parcheggio, sarà in parte destinata alla sosta attrezzata per i camper. Quest’ultimo intervento rientra nell’ampliamento dei servizi finalizzati a qualificare l’accoglienza dei turisti nella nostra Città, andando incontro alle loro esigenze“.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*