Il Premio Globus 2021 IX edizione, al regista e sceneggiatore Delio Colangelo

Il premio Globus  IX edizione è stato consegnato nella mattinata di domenica 19 dicembre 2021 a Delio Colangelo, regista e sceneggiatore, ha realizzato diversi cortometraggi e documentari con particolare attenzione al cinema sociale, raccontando la ricchezza della diversità attraverso uno sguardo ironico e una prospettiva rovesciata. Nel cortometraggio “Che fine ha fatto l’inciviltà?”, da lui scritto e diretto, racconta la storia di Guido, un ragazzo disabile che alla fermata dell’autobus si innamora perdutamente di una ragazza. Prodotto dalla Eagle Pictures e dalla CSC Production, il cortometraggio è stato selezionato in circa 30 festival e ha vinto diversi premi, come il Pop Corn Film Festival, il Premio Nickelodeon, il Premio Pasinetti, Il Premio Sorriso Diverso – Tulipani di Seta Nera, il Clorofilla Film Festival. Particolarmente importante è stata la vittoria del primo premio al Cinemability Film Festival, dedicato interamente al tema della disabilità, in quanto “promuove il dialogo sulle tematiche legate alla disabilità, l’accessibilità della cultura e l’inclusione sociale”. È stato scritto che “Il cortometraggio evolve in un’escalation divertente di occasioni sfumate, fino a culminare in un finale che attraverso i suoi connotati paradossali mette in luce un’inevitabile contraddizione”. 

Il premio Globus, ideato da Enzo Dell’Isola, fondatore e presidente dell’associazione Globus OdV, è rappresentato da un manufatto artistico denominato “Il filo di Arianna” realizzata dall’artista lucano Franco Carella.

Nel corso dell’evento, diligentemente presentato da Antonio Rondinone, sono stati consegnati quattro attestati di valore sociale:

  1. a Donato Di Capua, scrittore lucano fortemente impegnato su temi sociali e della disabilità, che nel suo ultimo libro “In piedi”, pubblicato da Kimerik nella collana Kalendae, racconta la vera storia di Donato Telesca, campione lucano di pesistica paralimpica, del suo percorso di vita, della sua forza, le sue passioni e emozioni che lo portano a vivere e respirare ogni singolo attimo di vita. 
  2. al Comune di Policoro, che ha intrapreso un percorso di particolare attenzione alle tematiche dell’integrazione, della tutela dei diritti e della dignità delle persone con disabilità tanto da essere il primo comune lucano insignito della Bandiera Lilla come riconoscimento di accessibilità.
  3. a Nicky Russo, che nella disciplina getto del peso categoria F35, nel 2021, ha vinto al Gran Prix di Jesolo, quindi ha conquistato medaglia di bronzo con la maglia azzurra della Nazionale Paralimpica agli Europei in Polonia per stabilire, durante il campionato italiano di Concesio, l’attuale record italiano con la misura di 13.42 che gli ha aperto la partecipazione alle Paralimpiadi di Tokyo.
  4. al Comune di Calvello, che dal 2020 sta operando al fine di realizzare un Piano per la elaborazione delle Barriere architettoniche e che nel 2021 ha sostenuto il progetto ideato e voluto dal dottor Stefano Mele per la realizzazione del portale Calvello accessibile finalizzato a promuovere un turismo inclusivo per tutti.  

Dopo otto anni di edizioni della manifestazione annuale in presenza, con grande e diretta partecipazione di soci, cittadini, medici, associazioni e istituzioni e con al centro un ampio dibattito attuale sulla disabilità, negli ultimi anni ospitate presso i sempre vicini Patri Trinitari di Bernalda, per la prima volta quest’anno l’edizione del Premio Globus si è svolta dalla stazione di Radio Laser, in diretta radio FM e su app, trasmessa anche in diretta TV sul canale video 835 del digitale terrestre di Puglia e Basilicata; è stato scelto codesto nuovo format per raggiungere una platea più vasta in totale sicurezza, salvaguardando nel contempo le categorie più fragili nostre protagoniste. L’evento ancora una volta ha posto in evidenza la grande funzione sociale della radio e di Radio Laser in particolare, di attenzione per l’identità della sua comunità e di servizio per il suo territorio. 

Alla presentazione dell’associazione Globus e delle sue attività più recenti sono seguiti tre interventi di grande spessore e interesse:

  1. il Prof. Vincenzo Giuliano, garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza di Basilicata, che si è soffermato sulla necessità di istituire in Basilicata l’anagrafe disabilità e sulle forti disuguaglianze ancora presenti nella nostra regione (così come nelle altre regioni del sud Italia) nell’accesso ai servizi, come risulta dal rapporto annuale di monitoraggio sulla condizione dei minori in Italia 2021;
  1. il dott. Gianleo Iosca, direttore del CSV Basilicata, che ha indicato, fra l’altro, di come la disabilità alla maggiore età, che non ha servizi alcuni, così come il dopo di noi, sono senz’altro tra le esigenze prioritarie di intervento qui nella nostra regione;
  1. il dott. Bruno Laurita, presidente dell’Associazione l’Ultima luna di Potenza e responsabile del progetto “Basilicata Senza Barriere, che ha relazionato sull’abbattimento delle barriere architettoniche, normato da tempo ma ancora poco attuato.

Sono intervenuti per il Comune di Policoro il Sindaco dott. Enrico Mascia e l’Assessore alle Politiche Sociali con delega all’Agricoltura, Comunicazione, Personale, Tutela degli animali, Democrazia partecipata e Turismo Prof ssa Maria Teresa Prestera,  e per il Comune di Calvello e la sua comunità, il sindaco Maria Anna Falvella con il dott. Stefano Mele. Antonio Rondinone ha moderato chiamando tutti i partecipanti a dibattere dei tanti tempi della disabilità e plaudendo all’empatia, ossia al porsi in maniera immediata nello stato d’animo o nella situazione di chi vive la diversità per poter comprenderne immediatamente e più direttamente gli stati d’animo, i disagi, i bisogni.

L’Associazione Globus OdV opera dal 2008 con continuità a Bernalda e Metaponto, dal 2013 a Matera e dal 2016 anche a Pisticci e Marconia, copre quindi l’intera provincia di Matera, dal capoluogo alla collina materana e nell’area jonica. 

L’associazione è prevalentemente a vocazione sociosanitaria per il sostegno alla disabilità tutta, anche temporanea, fino a forme estreme non ancora ben conosciute e in forte crescita dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) e Disturbi Pervasivi dello Sviluppo (DPS) cui afferisce per esempio il disturbo autistico. Copre tutte le fasce d’età, dalla prima infanzia, all’infanzia, l’adolescenza, l’età adulta e senile. Sviluppa attività socioeducative, formative, laboratoriali. Tutela i diritti delle persone con disabilità.

Fra le attività svolte da Globus OdV si evidenziano la collaborazione per attività formative e di inserimento lavorativo di persone svantaggiate grazie all’ Ageforma di Matera, la formazione di centinaia di persone fra volontari, genitori ed insegnanti di sostegno grazie anche al CSV Basilicata, tante attività di laboratorio e gioco. Oltre al Premio Globus si menzionano: Motivi di cuore, il Maggiolino del sorriso, la Ruota della fortuna, Bici gratuite per i turisti per la mobilità sostenibile, seminari e campagne di sensibilizzazione per il 2 aprile e il 3 dicembre, laboratori di musicoterapia, terapia multisistemica in acqua, onoterapia, ippoterapia e attività individuale per estinguere i comportamenti problema. Grazie ad un protocollo d’intesa con l’ASM di Matera e l’associazione “Gian Franco Lupo”, si sono realizzati gli sportelli per l’inclusione Sociale e le autonomie all’interno di alcuni distretti sanitari. Si è lavorato sulla sensibilizzazione all’autismo con convegni ed eventi nelle piazze, in teatri e a scuola.

Il Presidente e i soci tutti dell’Associazione Globus ringraziamo per tale giornata la Regione Basilicata, i laboratori SCA – Servizi Consulenza Analisi Ambientali –  del dott. Gabriele D’Arienzo & c., i premiati, gli ospiti, Radio Laser, e vi danno appuntamento al prossimo anno. Grazie. Auguri per le festività in arrivo, buon Natale e felice 2022.

Qui sotto il link della trasmissione

https://www.facebook.com/radiolaserilsuonodellatuacitta/videos/1124771908277295

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*