SABATO 18 DICEMBRE IL DOTTOR ORONZO FORLEO, AUTORE DI ALTRIMEDIA EDIZIONI CON “LA VERITÀ NEI LORO OCCHI,OSPITE DELLA MARATONA TELEVISIVA TELETHON

A causa di un cambiamento nel palinsesto di Rai Uno, si segnala che la presenza del dottor Oronzo Forleo, scrittore di Altrimedia Edizioni, prevista oggi pomeriggio nell’ambito della trentaduesima edizione della maratona televisivaTelethon è stata posticipata alle 10.30 di domani, sabato 18 dicembre.

Da uno scrittore di Altrimedia Edizioni, il dottor Oronzo Forleo, un aiuto concreto per la Fondazione Telethon: i diritti d’autore spettanti dalla vendita de La verità nei loro occhi saranno interamente devoluti a Telethon. Il dottor Forleo, già direttore della struttura complessa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale “Santissima Annunziata” di Taranto, ne La verità nei loro occhi, attingendo dalla propria esperienza professionale e umana, racconta alcune vicende – opportunamente romanzate – che lo hanno visto coinvolto in prima persona. 

“Ci sono storie che arrivano al cuore, a maggior ragione se i protagonisti sono dei bambini. I racconti del dottor Forleo sono così: diretti, autentici e in grado di destabilizzare. Belli, intensi, coraggiosi questi racconti. E bella, intensa, coraggiosa è la figura del dottor Forleo. Lui, sì, è un medico vecchio stampo, un pediatra che ancora non si è arreso alla freddezza delle comunicazioni smart ma continua a credere con fermezza nell’importanza dell’ascolto, del guardarsi negli occhi, dell’osservazione, dell’intuito. Di un “sentire” che è prima di tutto empatia”, sottolinea nella prefazione de La verità nei loro occhi l’attrice Rocío Muňoz Morales, Ambasciatrice Telethon.

“Altrimedia Edizioni è orgogliosa di questa di questa nuova partnership che ancora una volta svela come la lettura possa avere numerose potenzialità. In questo caso, affiancando Telethon, contribuisce a migliorare la qualità della vita di bambini, donne e uomini intrappolati nel limbo della malattia”, afferma Gabriella Lanzillotta, direttrice editoriale di Altrimedia.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*