Argomento – 16 dicembre 2021, ore 10:00, Francavilla in Sinni (PZ) – XIV Giornata dellaAgrobiodiversità della Basilicata

Una mostra sui PAT, i prodotti agroalimentari tradizionali della Basilicata, la presentazione del “II Itinerario della biodiversità agricola e alimentare del Pollino-Lagonegrese” e l’assegnazione del “Premio <Enzo Laganà> per il migliore agricoltore-custode del 2021”: saranno questi gli elementi salienti della XIV Giornata della Agrobiodiversità della Basilicata, prevista per giovedì 16 dicembre 2021 a Francavilla in Sinni (PZ). L’evento, realizzato nell’ambito del Progetto ValoBioBas di cui al Decreto n. 9372645 dell’11.12.2020 del MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali), è organizzato dall’ALSIA, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura, d’intesa con la Direzione Generale delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione Basilicata, con l’Ente Parco Nazionale del Pollino, con la “Comunità del Cibo e della Biodiversità di interesse agricolo e alimentare del Pollino-Lagonegrese”, con l’associazione degli agricoltori-custodi “Vavilov”, con il GAL “La Cittadella del Sapere” e con l’UNPLI di Basilicata. 

“Un appuntamento oramai consolidato per l’Agenzia – ha commentato il direttore dell’ALSIA, Aniello Crescenzi – quello della Giornata regionale della agrobiodiversità, per un confronto tra i soggetti che a vario titolo partecipano alla crescita di questo comparto trainante per il territorio lucano e per fare il punto sullo stato dell’arte. Come abbiamo avuto modo di vedere dal recente Meeting annuale organizzato dall’ALSIA e allargato anche alle altre Agenzie regionali che operano in altre regioni – ha aggiunto Crescenzi – grazie al lavoro portato avanti da oltre 15 anni dalla nostra Agenzia, in tema di tutela e valorizzazione dell’agrobiodiversità la Basilicata rappresenta una best practice a livello nazionale. E questo grazie soprattutto al grande coinvolgimento non solo delle istituzioni locali, ma anche delle popolazioni che presidiano il territorio specie nelle aree interne, e del lavoro instancabile e appassionato degli agricoltori-custodi”.

Ad aprire la Giornata di Francavilla, alle ore 10:00, la mostra sui PAT. Nel pomeriggio, con inizio alle ore 16:00, si svolgerà il seminario di studio nel corso del quale sarà presentato il “II Itinerario della biodiversità agricola e alimentare del Pollino-Lagonegrese”, che questa volta coinvolge non solo i produttori ma anche altri soggetti tra i quali i trasformatori, i ristoratori, le scuole e le Pro Loco, proponendo una prospettiva molto più ampia per la valorizzazione del territorio lucano.

In chiusura di giornata, verrà assegnato il Premio annuale “Enzo Laganà” indetto dall’ALSIA per il “miglior agricoltore custode per la conservazione ed il miglioramento dell’agrobiodiversità all’interno della Regione Basilicata”. Il Premio, giunto alla XI edizione, è intitolato a Enzo Laganà, funzionario ALSIA e giornalista scomparso da alcuni anni, molto impegnato nelle attività di comunicazione e divulgazione dell’Agenzia. Al vincitore andrà un rimborso spese di 400 euro, “da utilizzarsi per il mantenimento e il miglioramento della biodiversità nel settore frutticolo, orticolo e cerealicolo all’interno della propria azienda, nonché una rappresentazione artigianale del logo dell’Associazione Vavilov da custodire per un anno e passare come testimone al nuovo agricoltore custode dell’anno successivo”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*