๐‹๐ข๐›๐ž๐ซ๐š ๐๐š๐ฌ๐ข๐ฅ๐ข๐œ๐š๐ญ๐š ๐ž๐ฌ๐ฉ๐ซ๐ข๐ฆ๐ž ๐ฌ๐จ๐ฅ๐ข๐๐š๐ซ๐ข๐ž๐ญ๐šฬ€ ๐š ๐Œ๐ข๐œ๐ก๐ž๐ฅ๐ž ๐๐ž๐ญ๐ซ๐š๐ซ๐จ๐ข๐š , ๐œ๐จ๐จ๐ซ๐๐ข๐ง๐š๐ญ๐จ๐ซ๐ž ๐€๐๐๐ˆ ๐๐š๐ฌ๐ข๐ฅ๐ข๐œ๐š๐ญ๐š ๐ž ๐š ๐†๐ข๐ฎ๐ฌ๐ž๐ฉ๐ฉ๐ž ๐‚๐ก๐ข๐ž๐ฉ๐ฉ๐š, ๐๐ข๐ซ๐ž๐ญ๐ญ๐จ๐ซ๐ž ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐š ๐‘๐ข๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š ๐•๐š๐ฅ๐จ๐ซ๐ข

Abbiamo sempre pensato che lโ€™essere contro la violenza, lโ€™essere a favore del dialogo, lโ€™agire, nella nostra quotidianitร , per favorire azioni di legalitร  siano tutti concetti e atteggiamenti sinonimi dellโ€™essere antifascisti. Non si puรฒ essere contro le mafie e non essere anche antifascisti. Per questo motivo Libera e Anpi da sempre si muovono insieme, non soltanto favorendo la realizzazione di attivitร  comuni ma anche attraverso la partecipazione concreta, costante e reale delle stesse persone che fanno parte di Libera come dellโ€™Anpi.

I concetti sopra espressi, tra lโ€™altro, non sono nostre semplici opinioni perchรฉ si basano sui principi della nostra Costituzione della quale, dopo oltre 70 anni, noi siamo qui a chiedere che venga finalmente non compresa, ma applicata. 

Queste premesse sono utili, secondo noi, per rafforzare la nostra dichiarazione di solidarietร  nei confronti di Michele Petraroia, attivissimo in Anpi Nazionale e in Libera, e Giuseppe Chieppa, direttore della Rivista Valori, punti di riferimento negli ultimi anni dellโ€™antifascismo lucano. 

La nostra solidarietร  va a loro che sono stati querelati per essersi battuti per evitare che lโ€™aula consiliare del Comune di Barile venisse intitolata ad Andrea Dโ€™Andrea che durante il regime fascista ricoprรฌ la carica di caposquadra della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale con le funzioni di istruttore militare e comandante della Gioventรน italiana del littorio. 

Libera Basilicata non solo appoggia le rimostranze legittime e, ripetiamo, contemplate dalla nostra Costituzione, ma esprime vicinanza a Michele e Giuseppe in merito alla querela e in merito agli attacchi ricevuti e che continuano a ricevere. E come ha ricordato lo stesso Petraroia pochi giorni fa in occasione della visita di Adelmo Cervi in Basilicata, citando Pietro Calamandrei:  โ€œLa Costituzione non รจ una macchina che una volta messa in moto va avanti da sรฉ. Bisogna metterci dentro lโ€™impegno, lo spirito, la volontร  di mantenere queste promesse, la propria responsabilitร โ€™โ€™. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*