Gli auguri dei Gruppi Consiliari di Potenza al nuovo segretario del PD La Regina

I gruppi consiliari al comune di Potenza de La Basilicata Possibile, Città Giardino, +Europa, la Potenza dei cittadini e del Movimento 5 Stelle, si congratulano con il neo segretario regionale del PD, Raffaele La Regina. 
“L’alba è nuova” titolava la mozione del neo eletto segretario regionale del PD, Raffaele La Regina citando Rocco Scotellaro. Che si apra una nuova stagione politica è anche il nostro augurio. Una stagione nella quale il nuovo corso del PD regionale coincida con un ritorno alla politica che si costruisce con la partecipazione e il consenso attorno a valori e proposte riconoscibili piuttosto che a percorsi e carriere personali.  Sarà solo sul terreno dei valori condivisi e su proposte programmatiche credibili e conseguenti che si potrà definire un percorso comune e quell’alleanza ampia del fronte progressista che tutti ci auguriamo.  A questo scopo l’antifascismo è davvero il minimo indispensabile, e deve essere accompagnato da parole chiare e non contraddittorie su temi fondanti che hanno a che vedere con i diritti fondamentali delle persone che, per quanto costituzionalmente garantiti, rimangono in larga parte del Paese e al Sud in particolare, largamente disattesi.E’ per questo che, mentre auguriamo al nuovo segretario regionale del PD, Raffaele La Regina un buon lavoro, lo invitiamo da subito ad aprire un confronto, che richiederà riflessione e anche disponibilità all’autocritica da parte di tutti, attorno ai temi cogenti del lavoro, dell’ambiente, della salute, del welfare e dell’accoglienza, della lotta alle discriminazioni di genere, della redistribuzione della ricchezza ma anche sui rapporti Nord-Sud al tempo del federalismo fiscale e dell’autonomia differenziata.
La nostra volontà è quella di costruire un fronte ampio, aperto alla società civile e ai moderati, ma in cui non vi sia spazio per chi, avvalla, nel concreto, politiche di destra.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*