PD. Coordinatore regionale BASE RIFORMISTA : “Area riformista di gran lunga prima nel Pd lucano”.

“I dati che vanno consolidandosi del Congresso regionale sanciscono il buon risultato dell’area riformista. Il nostro ringraziamento va, in primo luogo, a Viviana Cervellino per l’impegno con cui ha affrontato questa sfida; un’ottima amministratrice con doti di grande intelligenza politica e tenacia: il suo ruolo sarà fondamentale nei prossimi anni per contribuire all’unità e al rafforzamento dell’area riformista in vista degli importanti appuntamenti, interni al Partito, ma sopratutto rivolti alle scadenze elettorali, locali e nazionali”. Lo dichiara in una nota Nico Sabina, Coordinatore regionale di Base riformista.

“L’analisi del voto -prosegue il coordinatore di BR- mette in luce la grande distanza tra i dati registrati in provincia di Potenza e Matera: nel primo caso abbiamo ottenuto un eccellente risultato e, in attesa della ufficializzazione, possiamo certamente evidenziare la significativa affermazione, mentre nel secondo, nonostante  il generoso sforzo compiuto dai nostri candidati, a partire dai molti giovani in lista, a cui va il nostro forte ringraziamento, paghiamo molto di più la scissione e l’approdo in IV di importanti personalità di quel territorio che rivestono o hanno rivestito importanti ruoli istituzionali.
Risultato materano cui non dobbiamo rassegnarci e che colmeremo con un lavoro di tessitura, aggregazione ed individuazione di energie, soprattutto giovani, per rafforzarci anche in provincia di Matera, obiettivo su cui ci impegneremo fin dai prossimi giorni.
In provincia di Potenza, invece, nell’ambito di un dato complessivo straordinariamente positivo, registriamo vittorie schiaccianti in numerosissimi centri, ed abbiamo eletto tantissimi nuovi segretari di circolo a partire da Potenza dove non solo vinciamo il congresso regionale, ma eleggiamo il segretario Carmine Lombardi con una maggioranza schiacciante. Dispiace leggere attacchi ingenerosi e immotivati al nostro capogruppo Roberto Falotico, che, per inciso, diede il suo assenso alla nomina del Commissario uscente”.

“Non vogliamo nascondere che avremmo voluto un Congresso diverso e solo per questo -continua Sabina- avevamo chiesto allo stesso segretario nazionale e al commissario regionale un rinvio anche di soli quindici giorni che -irragionevolmente- non ci è stato accordato. In tal senso, sono giuste e condivisibili le critiche di chi ha ritenuto questo un congresso deludente sul piano del dibattito politico. Sono critiche reali che accogliamo e facciamo nostre. Dispiace, dunque, avere registrato da parte del Pd nazionale una totale chiusura di cui hanno risentito anche i lavori della commissione di garanzia così come ci rammarichiamo per l’auto definizione di “area Letta” di una coalizione composta dalle correnti nazionali Dem, Prossima e Area dem. Su questo, ci saremmo aspettati una netta e chiara presa di distanza della segreteria nazionale anche in ragione delle numerose dichiarazioni del segretario sul superamento delle logiche correntizie che invece in Basilicata hanno trovato da parte dei nostri competitor espressione massima e ufficiale”.

“Per questo rivendichiamo con orgoglio di aver fatto una scelta diversa con la costruzione di liste territoriali che hanno definito un’area politica omogenea contro quelle di una coalizione caratterizzatasi in tutta evidenza come una sommatoria di correnti. Ed è proprio per le forze correntizie in campo e l’approccio del partito nazionale che il 63% conseguito dai nostri avversari non corrisponde alle entusiastiche dichiarazioni rilasciate a caldo dai vari capi corrente. E il 36,5% è quasi il doppio della più votata lista di corrente in appoggio al neo-segretario regionale. Tra l’altro la coesione della coalizione a sostegno di La Regina è già venuta meno nella città di Potenza, dove in ogni caso saremmo maggioranza assoluta e vedremo presto se riuscirà a tenere nelle sfide dei prossimi giorni, a partire dal Congresso provinciale.

In attesa, dunque, dei dati ufficiali non possiamo non registrare il buonissimo risultato conseguito dall’area riformista che impone un lavoro comune di rafforzamento su tutto il territorio, tra i tesserati, i militanti e gli amministratori.
Ci siamo, e ci saremo, pronti alle prossime sfide politiche: protagonisti come sempre della buona politica, interlocutori, come sempre, all’interno ed all’esterno del PD, di coloro che perseguono con i medesimi metodi, l’obiettivo di costruire una Basilicata migliore.
A chi si attarda in piccole polemiche rispondiamo con Martinazzoli: “La Politica è altrove: vi aspettiamo là”. Così conclude la nota stampa, il coordinatore regionale di Base Riformista, Nico Sabina

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*