LA SCOMPARSA DI DINO CALCIANO: LUTTO PER LA CITTADINANZA E PER LA POLITICA PISTICCESE

di Michele Selvaggi

Bene hanno fatto Domenico Albano e Vito Di Trani, a interrompere per sabato sera, la loro campagna elettorale in vista del ballottaggio del 17 e 18 ottobre per la scelta del nuovo sindaco della città. Leonardo Calciano, appena immaturamente scomparso, meritava questa “ speciale attenzione e riguardo” per il suo lungo e fattivo trascorso politico a favore della nostra città, ma anche  come riconoscimento della sua persona,  rispettata e voluta bene dalla nostra gente. Dino se ne è andato in punta di piedi; una notizia che ha colpito la cittadinanza,  lasciando attoniti tutti, come spesso purtroppo succede in queste occasioni. Uomo da sempre legato alla sua famiglia, al suo lavoro e al rispetto del prossimo. Dino lo ricordiamo così. Da sempre democristiano, il suo ufficiale impegno  politico inizia con la  partecipazione alle consultazioni comunali del 6 maggio 1990  quando viene  eletto prima consigliere comunale nelle liste della Democrazia Cristiana e poi come assessore  della Giunta guidata da Giovanni D’Onofrio. Nella elezione  del sindaco e consiglio comunale dell’8 maggio 1985, si presenta alla consultazione  facente parte dei Popolari  e viene eletto consigliere  nella Giunta  con Sindaco Giovanni Modugno. Dino Calciano lo troviamo poi consigliere comunale  eletto  nelle liste della Margherita nella consultazione  e ballottaggio del 10 giugno 2002, con elezione a primo cittadino di Pasquale BELLITTI. Cinque anni dopo nelle  comunali del  27 maggio 2007, partecipa  come  candidato sindaco nelle liste della Margherita unitamente a Michele LEONE candidato di Forza Italia .  Proprio in quella consultazione, di Dino Calciano ricordiamo quella che definiva la “sua pisticcesità” come lui stesso per l’occasione aveva   più volte sottolineato durante quella accesissima campagna elettorale che elesse sindaco Michele Leone . Durante la Presidenza della Giunta dell’Amministrazione Provinciale eletta il 27 giugno 2000, con il Presidente  Giovanni Carelli, fu nominato Assessore  anche Leonardo Calciano che, ricordiamo, ebbe un ruolo importante  nell’apertura  dell’Ufficio per l’Impiego di Pisticci Scalo. Calciano fu eletto, sempre nelle consultazioni provinciali, consigliere della Margherita nella Giunta guidata da Carmine Nigro, nella consultazione del 13 giugno 2004. Carica che mantenne  fino al 2009. Ma  Dino Calciano lo ricordiamo anche come autore di un  prezioso volume  “ La Politica e i suoi uomini” pubblicato nel 2010. “Una ricostruzione  faticosa di responsabilità , ma anche – come lui stesso asseriva – un’opera nostalgica, un tuffo nel passato per far emergere  le “istantanee” di uno spaccato storico, punteggiato  dai protagonisti della cosa pubblica  dal dopoguerra al  2009”. Un’opera per noi  veramente straordinaria  ricca di date e di nomi di tutti gli uomini che in questo  preciso periodo di tempo, hanno contribuito a fare la storia della nostra città. Per questa opera, non solo i politici, ma ogni ogni pisticcese dovrebbe  ringraziarlo per aver ideato e creato un documento preziosissimo per la nostra comunità, a cui finora solo lui aveva pensato. Dino ti  continueremo a  voler bene anche per questo!!!

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*