LA COMUNITA’ DI PISTICCI SCALO PIANGE LA IMMATURA SCOMPARSA DI DON MIMI’ SPINAZZOLA SUO EX PARROCO

La comunità tutta di Pisticci Scalo, piange l’improvvisa scomparsa dell’ex Parroco  del quartiere e della valle, don Mimì Spinazzola, avvenuta improvvisamente a Matera nella notte tra giovedì e venerdì scorsi. La ferale notizia attraverso una nota della Curia materana  in cui svolgeva il compito di  responsabile dell’ufficio per il ministero degli anziani,  ma anche quella di cappellano della residenza Casa di riposo per anziani , l’istituto “Monsignor Brancaccio” di Matera. Aveva solo 50 anni. Una notizia che ha colto di sorpresa la comunità  di Pisticci Scalo a lui parecchio affezionata per  una permanenza di diversi anni alla guida  della parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, dove aveva sostituito don Giovanni Punzi. Originario di Ferrandina dove risiedeva la sua famiglia, oltre che a Pisticci Scalo,  era stato impegnato come parroco  nella Chiesa San Giovanni da Matera  al borgo Venusio e cappellano del Corpo Forestale dello Stato per la provincia materana. Come non ricordare  don Mimì, come affettuosamente la comunità dello Scalo lo chiamava?  Una permanenza, la sua, che ha lasciato il segno anche per le diverse iniziative a favore della  giovane parrocchia pisticcese che guidava, soprattutto in occasione delle festività del Santo Natale, della Pasqua di Resurrezione (simpaticamente lo ricordiamo a cavallo di un asinello per rivivere l’ingresso di Gesù nel tempio) e la straordinaria, riuscita Via Crucis  con la partecipazione dei giovani della comunità del quartiere. E come dimenticare poi tutto il  suo impegno   nella preparazione della ricorrenza  della Festa estiva del Patrono dello Scalo, San Giuseppe Lavoratore! Persona affabile, gentile, amico di tutti, di una particolare squisita simpatia, il caro don Mimì sarà sempre ricordato così dalla sua ex comunità pisticcese. Dalle parole del l’Arcivescovo di Matera, monsignor don Pino Caiazzo, il dolore suo personale e della Curia materana: “ La nostra Chiesa diocesana – le sue parole – seppur addolorata per la  inaspettata dipartita , si raccoglie in preghiera, affidando la sua anima benedetta  all’amore misericordioso di  Dio Padre”.  I funerali  si svolgeranno a Ferrandina oggi, sabato 25 settembre, alle ore 16, secondo le disposizioni sanitarie in atto,  nella Chiesa Madre  di Santa Maria della Croce.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*