MARINA DI GINOSA, SEQUESTRATO IMMOBILE ABUSIVO CON APPARTAMENTI INAGIBILI PER MOTIVI IGIENICO-SANITARI

Nella giornata del 21 settembre 2021, a Ginosa Marina, è stato sottoposto a sequestro penale un immobile di tre piani, composto da 10 unità abitative risultate inagibili per motivi igienico-sanitari. 

La Polizia Locale di Ginosa, a seguito di ispezione con ispettori della ASL, aveva segnalato gravi inadempienze all’Ufficio Urbanistico, il quale aveva intimato al proprietario la messa a norma degli alloggi.

L’immobile era peraltro stato edificato senza il permesso di costruire. Dopo alcuni mesi è stata verificata l’inottemperanza da parte del proprietario all’ordinanza dell’Ufficio Urbanistico, per cui è stata comunicata Notizia di Reato alla Procura della Repubblica ed il P.M. ha disposto il sequestro preventivo dell’immobile.

L’immobile era stato concesso in locazione a cittadini extracomunitari di colore e ad una coppia di cittadini rumeni. Gli affittuari avevano superato i controlli di rito, risultando in regola con il permesso di soggiorno, lavorando come braccianti.  Il proprietario invece, a fronte della notifica dei provvedimenti giudiziari, aveva perseverato nel comportamento illecito, sostenendo di aver avvertito i locatari, che però non avevano a suo dire, accolto l’invito ad andare via. 

Il sequestro ha richiesto perciò l’esecuzione coattiva, e i 15 occupanti degli alloggi sono stati allontanati dall’immobile, dopo che i Servizi Sociali del Comune hanno individuato una sistemazione in altro immobile e provveduto al trasferimento delle masserizie appartenenti ai soggetti sottoposti allo sgombero.

Non sono mancati momenti di tensione durante le operazioni di P.G., in quanto i cittadini extracomunitari dichiaravano di non essere a conoscenza della necessità di lasciare gli alloggi ed inveivano contro il proprietario assente, che non li aveva posti in condizione, a loro dire, di cercare una nuova sistemazione, facendoli trovare privi di un tetto nonostante il pagamento della pigione.

Fortunatamente, la sinergia tra i soggetti istituzionali coinvolti ha consentito un’efficace gestione della delicata situazione, e tutto si è svolto senza grandi scompensi.

L’intervento della Polizia Locale era stato determinato mesi fa a seguito di segnalazioni di abbandono di rifiuti in una contrada di Ginosa Marina. Gli accertamenti svolti hanno poi portato ad individuare l’immobile edificato abusivamente e a contestare le diverse violazioni al Regolamento di Igiene del Comune di Ginosa, oltre che a diffidare il proprietario dalla prosecuzione dello sfruttamento dell’immobile abusivo ed inagibile. 

<<L’attività operativa svolta – spiega l’Assessore Nicola Piccenna – rientra in una più ampia direttiva adottata sin dall’inizio del mandato e articolatasi negli anni con una serie di azioni volte al controllo dei fenomeni migratori clandestini e al rispetto delle norme di igiene e sanità pubblica>>.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*