POMARICO. Non ancora operativa la piazzola di sosta in località Baracche sulla Matera-Ferrandina. Protesta ADICONSUM

di Michele Selvaggi

POMARICO. Ora ci prova ADICINSUM  del Segretario Vito Pantone. Un’attesa ormai lunga, denunciata più volte dalla popolazione pomaricana,  che insistentemente chiede l’utilizzo della piazzola di sosta appositamente creata da tempo in località Baracche, lungo la SS. 7 che da Ferrandina Scalo porta alla città di Matera,  per  una fermata intermedia dei bus che continuamente transitano sulla stessa. Ovviamente, come denuncia Adiconsum, si tratta di  un’area di transito non solo verso la città capoluogo di provincia, ma anche verso l’area nord della Basilicata per raggiungere anche lo stabilimento di Mefi ( ex Fiat Sata) , l’Ospedale San Carlo e l’Ateneo di  Potenza e il Crob di Rionero. Secondo quanto ci fa sapere il Segretario Pantone, una missiva inviata recentemente al Presidente della Regione Basilicata Bardi, all’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Trasporti, ai Presidenti delle Provincia di Potenza e Matera, all’Anas SpA – Struttura Regionale di Basilicata, ai Presidenti del Cotrab e della Fal, al primo cittadino di Pomarico Francesco Mancini, e per conoscenza alle Imprese di Trasporti automobilistici Grassani e Garofalo. Attraverso lo stesso documento, l’Adiconsum  fa richiesta di attivazione di tutte le procedure necessarie per rendere immediatamente   operativa la piazzola di sosta con la tempestiva programmazione  delle fermate  degli autobus di linea, rendendola quindi fruibile ai numerosi  cittadini diretti verso la varie località. Il Segretario Pantone – sempre attivo e sensibile verso i problemi della cittadinanza che rappresenta – tra l’altro, sempre attraverso la missiva trasmessa,  ha voluto ricordare che la stessa piazzola di sosta di località Baracche, a  circa cinque chilometri dall’abitato , qualche tempo fa, fu oggetto di una speciale giornata di inaugurazione alla presenza dei massimi vertici lucani della politica e del sindacato. Il tutto con la  speranza che di li a poco si sarebbe dato il via alla operosità della piazzola. Ma non è stato così. A riguardo, Pantone ha ricordato anche la nota n.007414 / 12310 del 23 maggio, emessa dalla Amministrazione provinciale di Matera, con  cui si comunicava che proprio in località. Baracche erano stati appaltati lavori per 500 mila euro, per esecuzione e rifacimento segnaletica orizzontale e verticale. “ Alla luce di tutto ciò ed anche per il disagio che stiamo sopportando noi cittadini – conclude Pantone – abbiamo sollecitato gli organi preposti, aspettando fiduciosi le determinazioni  che verranno eventualmente adottate”. Solo per la cronaca e la storia, ricordiamo che proprio in località Baracche, durante l’ultimo conflitto mondiale, lungo la vecchia strada, c’era la fermata per un bus che, una volta la settimana.  partiva da Bari e raggiungeva la valle del Basento e viceversa. Mezzo sempre stracolmo che non sempre si fermava., aggravando i disagi  di una popolazione già provata dalla guerra.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*