MARCONIA: ANCHE QUEST’ANNO 2021 SOLO RITI RELIGIOSI PER LA PATRONA MADONNA DELLE GRAZIE

MARCONIA. Anche quest’anno, la emergenza sanitaria in atto, condiziona la festa patronale di Marconia in onore della Madonna delle Grazie, in programma sabato 11 e domenica 12 settembre 2021. La stessa cosa che è  capitata  alle altre festività della provincia e regione ( San Rocco di Pisticci compreso) e che ora tocca  anche quella  che da circa 80 anni,  ha sempre animato  con la solennità e grande sfarzo, una solennità, fiore all’occhiello  per tutto il basso materano e  metapontino. E’ il primo anno senza i Padri Maristi che da qualche mese purtroppo ci hanno dovuto lasciare dopo 50 anni di una straordinaria intensissima attività. Una festività, quella  di sabato e domenica  che anche quest’anno si celebra in tono minore con un programma  che praticamente prevede per la maggior parte, solo riti religiosi. Un programma  che  ha avuto inizio mercoledì 1 settembre con l’inaugurazione  delle nuove vetrate istoriate e che è proseguita con la celebrazione tutti  i giorni, sempre con la presenza della statua della Vergine,  di una  partecipata  messa serale  in una località diversa della città: via Camerino, via Di Vittorio, Tinchi, piazza Archita, Piazza Roma,  Via Padova, via Friuli, quartiere di Portobello a Corso  Italia. Una serata particolarmente divertente  quella di domenica 5 settembre sul campo di calcetto della Parrocchia, con Sketch e Corti teatrali presentati dal Centro di cultura Teatro Skené di Matera. Interessante il programma per gli ultimi due giorni di festività. Sabato  11 settembre,  alle ore 8,00 spari di colpi  oscuri, alle ore 9, giro per le vie principali  della città del Complesso Bandistico. Alle 16,30 traslazione della  statua della Madonna delle Grazie per le vie di Marconia e zone limitrofe e benedizione della città, senza il seguito di auto e moto. La serata terminerà con la celebrazione di una santa messa nella chiesa di San Giovanni Bosco  Domenica  12 settembre,  giornata clou  con  spari di colpi oscuri alle ore 8,00 e celebrazione di santa messa nella chiesa di S.Giovanni Bosco. Alle ore 9,00 giro del Complesso Bandistico per le vie della città, alle 10,30 Santa Messa e alle ore 19, celebrazione solenne di una santa messa sul sagrato della chiesa di S.G. Bosco dove poi alle 22 in programma lo spettacolo musicale   “DIO LO VUOLE BAND”, esecuzione di brani musicali ispirati a don Tonino Bello.  Alle 23, 45 nella zona “167” grande spettacolo di fuochi pirotecnici  della premiata ditta “Piromagia” di Pannarano (BN)  offerto da Studio Analisi chimiche e Ambientali del dottor Pier Paolo Capece.  il tutto comunque, si svolgerà, nel pieno rispetto delle regole della emergenza sanitaria.  Anche quest’anno, purtroppo, deve andare così. Ovviamente ci mancheranno tante cose che durante questa festa, da sempre,  ci hanno sempre accompagnato, come il Carro Trionfale, le  sfarzose luminarie, i cantanti famosi  e le orchestre che praticamente chiudevano l’evento. Ma soprattutto mancherà  anche questa volta, quella  straordinaria atmosfera che solitamente  era presente durante lo svolgimento di questo,  sempre apprezzato  evento del metapontino. 

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*