TPL, MERRA: “OK A NUOVI CONTRATTI PER LA MOBILITÀ LUCANA”

Con l’approvazione del provvedimento per la sottoscrizione dei contratti sta per entrare definitivamente in vigore l’intesa raggiunta tra Regione Basilicata, Province e Cotrab per la prosecuzione dei servizi di Trasporto pubblico locale chiusa nel mese di marzo. L’assessore: “Dopo anni di stallo e di rinvii, momento storico”  

Su proposta dell’assessore ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, la giunta regionale ha approvato nella seduta di oggi 11 agosto gli schemi di “Contratto ponte” che saranno sottoscritti tra Regione Basilicata e Consorzio Cotrab e le Province di Potenza e di Matera per la prosecuzione dei servizi di Tpl extraurbani e provinciali a far data dal giorno 1 luglio 2020. “Dopo anni di attesa da parte di aziende, lavoratori e cittadini e di rinvii, oggi compiamo un passo in avanti fondamentale per dare esecuzione ad un’intesa storica per il trasporto in Basilicata”, ha commentato l’esponente dell’esecutivo lucano poco dopo l’approvazione della delibera. L’accordo complessivo chiuso a marzo e presentato allora in conferenza stampa alla comunità lucana ha segnato una vera linea spartiacque tra passato e presente. “Si tratta di un accordo importante – ha ribadito l’assessore Merra – sia nel merito economico che per quanto riguarda l’espletamento dei servizi. L’intesa con il Cotrab prevede tariffe congrue per le aziende e sostenibili per la Regione. Retribuire le aziende con 1,80 euro a chilometro è uno sforzo importante, che soddisfa le esigenze di tutti. I servizi saranno poi migliorati diventando più a dimensione di cittadino e ci saranno nuovi collegamenti ed una bigliettazione più al passo con i tempi e con le esigenze della comunità lucana. La delibera odierna – ha detto ancora l’esponente della giunta regionale – segna la vera esecutività dell’accordo, con la formalizzazione dei nuovi contratti con le aziende, con l’assegnazione delle risorse a copertura dell’intero ciclo di servizi e con la normalizzazione di una debitoria pregressa la cui risoluzione ha costituito fattore determinante per la chiusura dei contratti”. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*