“NON SO COME PRENOTARMI” il disagio vissuto dagli anziani presso gli uffici di pubblica utilità. Tiziana Pirretti, presidente di Federanziani Basilicata, chiede una corsia preferenziale per i senior.

“Il caldo e la situazione pandemica di certo non aiutano gli anziani che devono recarsi presso gli uffici di pubblica utilità, laddove sia necessaria una prenotazione. Non tutti i nonni, risorsa incondizionata della nostra società, hanno la possibilità di prenotare il ticket on line, gli si chiede troppo” è quanto dichiarato dalla Presidente regionale di Federanziani che continua “Ho raccolto diverse istanze da parte di numerosi anziani, provenienti da diversi comuni lucani, che proprio non riescono ad accedere ai servizi di prenotazione on line, dagli Uffici Postali all’Agenzia delle Entrate. Non tutti, tra l’altro, usano lo smartphone piuttosto che i Pc, pertanto si rivolgono, quando possono, ai parenti più vicini affinché possano prenotarsi, il più delle volte per pagare anche una sola bolletta, oppure, registrare un contratto di locazione. I nostri nonni, alle volte, hanno atteso file abbastanza lunghe, per poi vedersi richiedere il famoso Ticket con relativo codice di prenotazione”. Se da un lato il sistema di prenotazione on line dei servizi funge da “elimina coda”, dall’altro crea qualche sconforto nei confronti di chi proprio non è in grado di utilizzare la tecnologia. Laddove, presso gli uffici di pubblica utilità, fosse fornito un biglietto con il numero d’ingresso sarebbe auspicabile comunque prevedere una corsia preferenziale per gli anziani.
Per tali ragioni, la Presidente regionale di Federanziani Tiziana Pirretti chiede maggiore attenzione nei confronti degli anziani attraverso l’istituzione di una corsia preferenziale. “Gli anziani rappresentano non solo il nostro passato ma anche il nostro presente, non possiamo permetterci di dimenticarli”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*