Agosto Pomaricano:

 Agosto Pomaricano: prende il via la 41esima edizione all’insegna del senso di appartenenzaSarà un’estate all’insegna del senso di appartenenza quella pensata dal Comune di Pomarico, attraverso l’impegno operativo dell’assessorato alla Cultura. che ha ufficializzato il cartellone di appuntamenti della 41esima edizione dell’Agosto Pomaricano. Un mega contenitore pensato per i cittadini e in cui confluiscono molteplici attività dall’alto valore culturale e comunitario. Un’anteprima nelle giornate del 29, 30 e 31 luglio, con due appuntamenti di rilievo: la “Festa del donatore” e la “Notte bianca al Castello”, ha anticipato lo start ufficiale di una corposa programmazione che proseguirà fino al 3 settembre prossimo.Tra gli appuntamenti di rilievo, in piazza 1°Maggio sabato 7 agosto, l’ omaggio a un prodotto dall’alto valore identitario, la colomba di Pasqua pomaricana, con “Pumar-ch e a Scarcedd”, appuntamento a cura di Dino Paradiso.La ricca proposta di eventi estivi è stata pensata per soddisfare tutte le generazioni, partendo dai giovanissimi. Giovedì 12 agosto dalle 19.30 “Dinsieme live show e Meet & Greet” darà voce ai protagonisti del momento, noti Youtuber amatissimi dalla generazione digitale ma non solo.Dopo il successo dell’edizione 2020 torna venerdì 13 agosto anche la Sagra del Colesterolo, come occasione di viva convivialità. Riflettori puntanti anche sul rapporto Cinema e territorio, sabato 21 agosto al centro di un incontro con il regista lucano Nicola Ragone. Non mancheranno come sempre momenti di musica live, dunque, e la presentazione di alcuni libri: lunedì 23 agosto Andrea Di Consoli sarà a Pomarico con il suo ultimo sforzo editoriale “Tutte queste voci che mi premono dentro”.“Prende il via così il nostro agosto all’insegna della cultura, dell’arte, dello spettacolo, della musica, delle tradizioni, della gastronomia, dello sport, della spensieratezza” hanno spiegato il sindaco Francesco Mancini e l’assessore alla Cultura, Beatrice Difesca.“Quest’anno – hanno sottolineato – il richiamo al senso appartenenza non è casuale. Il periodo vissuto a causa della pandemia ci offre validi spunti di riflessione sulla necessità di riscoprire le ricchezze locali, spesso date per scontate. Tutti insieme, amministratori e cittadini, vogliamo essere i promotori della ripartenza. Per farlo puntiamo a rafforzare il senso di appartenenza a una comunità dando valore, ad esempio, alla condivisione tra cittadini, primi promotori delle ricchezze storiche, paesaggistiche ed enogastronomiche della nostra comunità. Il nostro cartellone di eventi è frutto, quindi, di una grande collaborazione con le realtà locali ed è stato pensato per offrire momenti di svago ai cittadini, opportunità di ripresa ai commercianti del posto, accoglienza ai visitatori. Vogliamo, in tal senso, proseguire sulla strada delle manifestazioni di qualità per tutti i gusti, fortemente improntate alla promozione della cultura in senso generale e, in particolare, di quella che permea le caratteristiche della nostra cittadina. Dopotutto – hanno concluso – il senso di appartenenza è quel moto circolare della vita che in qualche modo ci riporta sempre a casa”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*