MARCONIA: LA SPECIALE SERATA IN RICORDO E ONORE DI ANTONIO D’ANGELLA

di Michele Selvaggi

PISTICCI. Una sala con la significativa presenza di tantissima gente –  nel pieno rispetto delle norme sanitarie in vigore – ha salutato e onorato la memoria  di  un personaggio speciale come l’Avv. Antonio D’Angella a cui è stata intitolata la sala consiliare della delegazione marconense. Tanti gli interventi programmati, ma anche quelli spontanei  da parte di chi lo ha conosciuto, stimato e voluto bene. Tutti lo hanno  chiamato “ Antonio” e la cosa è stata oltremodo simpatica, proprio per quella semplicità che ha sempre contraddistinto la sua vita di personaggio venuto dal popolo e vissuto col popolo. Non a caso, ci è “scappato” anche un  “compagno Antonio” da parte di un suo caro amico e vicino di casa,  il prof. Francesco Malvasi ex Consigliere comunale e Regionale nel suo appassionato intervento, e la cosa ha così ricordato l’impegno di Antonio in una Sinistra in cui da sempre ha creduto e vissuto. La serata moderata da Gianluca Pizzolla ( per imprevisti impegni non era presente il senatore Ayala) è vissuta tra gli interventi programmati con la presenza dei senatori lucani   Filippo, Bubbico, Salvatore Adduce, Carlo Chiurazzi, l’On.  Vito De Filippo, il presidente dell’Amministrazione Provinciale Pietro Marrese, il Generale di Brigata Lucio Cannarile, amico di vecchia data, l’amico ed ex amministratore insieme ad Antonio nella giunta Di Trani, il Dr. Domenico Albano, l’avvocato Ferdinando Izzo e Claudio Scarnato. Tutti gli interventi con un preciso denominatore comune: la sua intelligenza, la brillantezza delle idee, la sua semplicità, la sua generosità, la sua arguzia e quello di voler andare fino in fondo e a tutti i costi per cercare di risolvere questioni che difficilmente trovavano soluzioni. Un omaggio semplice, ma sincero verso un uomo che la nostra comunità mai dimenticherà. Ha iniziato il primo cittadino Viviana Verri, tra l’altro, suo collega, che si è detta onorata, con l’Amministrazione che guida, a condividere con  la sua diretta partecipazione, un evento che ha come soggetto un valido professionista della toga che non c’è più,  ma anche uno dei veterani della politica della nostra città e territorio.  Tanti i ricordi e tantissimi gli episodi professionali e politici  e  a  cui è stato fatto cenno, sempre lui protagonista. Ne citiamo uno per tutti, quello che ha ricordato l’Avvocato pisticcese ed ex sindaco di Pisticci Giovanni D’Onofrio, circa una specie di screzio politico delle  comunali del 1990, da cui nacque però, subito un chiarimento e, quel che più conta, una lunga affettuosa amicizia tra i due. Tra gli intervenuti dell’ultimo momento, il dr. Roberto Cantore, primario internista degli Ospedali di Tinchi, Policoro e Stigliano, amico di vecchia data dello scomparso a cui è andato il  suo pensiero e il ricordo di una vita nell’amicizia e nella  sinistra politica; l’altro, quello del dr. Paolo Giannasio già Primario di chirurgia di Tinchi e Policoro, anche lui legato ad Antonio da particolare rapporto amichevole e quello del’ Ex Preside il Prof. Berardino D’Angella che da sempre stimava il caro avvocato Antonio. Da parte sua l’intervento a distanza dell’ex sindaco di Pisticci Vito Di Trani, amico personale e medico di fiducia dello scomparso. Di Trani  ha raccontato la malattia di Antonio, sopportata fino all’ultimo,  con grande coraggio e dignità  e il suo impegno nella amministrazione che ha guidato. Da Di Trani, “l’impegno ad intitolare ad Antonio la sala consiliare di Marconia, cosa condivisa da tutti gli schieramenti politici di allora e di oggi e realizzata finalmente in questa data  – 29 luglio 2021 – che contribuirà a fare la storia della nostra città”.  In chiusura, non poteva mancare l’intervento toccante e, per certi versi anche distensivo, del Prof, Mimmo Giannone, l’amico del cuore di Antonio, ”attraverso una amicizia più che fraterna – ha sottolineato – vissuta sempre insieme e fino all’ultimo momento della sua esistenza”. Giannone, commosso,  ha ricordato, tra l’altro, altri  amici comuni e in particolare  il I° Consigliere di Cassazione il Giudice  don Alberto Virgilio grande amico suo e di Antonio, con cui spesso,  ci si incontrava nella sua residenza romana”.  La calda serata  si è conclusa con la scoperta di una artistica targa che riporta la significati scritta : “ Nel ricordo dell’Avvocato Antonio D’Angella, della sua passione per la politica e dell’impegno profuso a beneficio di questa comunità”. Una serata  importante che, in particolare  Ester, Alessandra e Simone, in ricordo del caro Antonio, porteranno sempre nel loro cuore.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*