PISTICCI CRISTO RE UNA GRANDE FESTA RELIGIOSA DEL POPOLO DEL RIONE MATINA

La festa di Cristo Re, quella che si celebra a luglio di ogni anno, nel ricordo soprattutto di chi la inventò, la volle e la portò avanti per diversi decenni, il nostro amatissimo  don Leonardo Selvaggi –  che ci ha lasciati da  qualche anno – è la festa di un popolo, quella del rione Matina, sottana e soprana, la cui venerazione  ha radici profonde e colme di fede. Un popolo,  con una nuova guida spirituale, quella del nuovo parroco don Antonio Di Leo, che  ha saputo  interpretare al meglio  il cammino intrapreso tanti anni fa da don Leonardo, portandolo avanti con sacrifici e passione e, quel che più conta,  con un altissimo gradimento da parte dei fedeli della parrocchia più giovane della nostra città.  Quest’anno, come lo scorso anno, proprio a causa della emergenza sanitaria che ha colpito non solo la nostra città e territorio, i festeggiamenti  in onore di Cristo Re, hanno subito delle profonde modifiche, riducendo l’evento a solo festa religiosa. E’ comunque, possiamo affermare che è andata bene lo stesso, grazie alla attenta preparazione di un programma parrocchiale sobrio, che ha registrato una partecipata ( sempre nel pieno rispetto  delle norme anti COVID) processione e la solenne, ma anche suggestiva e perché no, anche piacevolmente spettacolare,  santa messa  celebrata dal parroco don Antonio, al centro della popolosa via Fiume della Matina sottana, con l’adorazione, l’attraversamento con corteo mobile delle principali vie dell’abitato e il successivo rientro nella  chiesa della parrocchia. Oltre ai fedel bisogna riconoscere il notevole apporto della  ormai storica Associazione dei  “Cavalieri di Santa Maria del Casale”, che,  grazie all’impegno costante di un suo socio e abitante  dei rione, il Cavalier Giuseppe Quinto, meglio conosciuto come “Richmen”, già  da diversi giorni aveva  tenuto  attivo il gruppo in vista della celebrazione dell’evento  a cui l’Associazione ha partecipato in forma ufficiale indossando la simpatica divisa di colore blu. Un gruppo che ormai ha contribuito a fare la storia della nostra città e territorio, guidato dal nuovo Presidente Angelo Prudente, grazie al suo  fondatore il dr. Dino Alcibiade  Jula e sua gentile signora la dottoressa Maristella D’Alessandro Jula, oltre all’ing. Michele Leone, al segretario Francesco Bellezza e a tutti gli altri ( che vorremmo nominare uno per uno)  e sempre attivissimi  membri del sodalizio. L’evento è proseguito sabato sera con giochi per bambini e la gradita presenza del Vescovo di Castellaneta Claudio Maniago, già Presidente della Commissione della CEI per la liturgia. . La chiusura domenica  con la celebrazione della messa al Santuario del Casale  e una raccolta  di viveri  per i bisognosi della Caritas.  In serata  la santa messa solenne presieduta da S.E. Monsignor Francesco Cacucci Arcivescovo emerito di Bari – Bitonto. Da parte della parrocchia un vivo ringraziamento all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Viviana Verri, alla ditta TeKnosevice e al Gruppo Iula per il sostegno ricevuto.  Nelle parole di don Antonio Di Leo, lo specifico  significato di questa  “particolare”  celebrazione della festa popolare del rione Matina, con la soddisfazione per la buona  riuscita della stessa e  l’auspicio – naturalmente con le preghiere dei fedeli e l’aiuto e la volontà proprio di Cristo Re –  che questa terribile pandemia possa cessare  definitivamente e, magari già dal prossimo anno, il tutto possa ritornare alla normalità. 

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*