Cna: Artigianato, design, innovazione l’esperienza lucana di Officina Coppola a Fucina Madre

Giornata di grande successo presso l’Open Space di Fucina Madre in piazza Vittorio Veneto, con un ospite d’eccellenza l’imprenditore Donato Coppola dell’Officina Coppola, impresa associata alla Cna. Un grande artista, un grande Artigiano le cui tecniche di lavorazione sono quelle di miscelare le materie a lui più care e frequentemente utilizzate: calcare, metalli liquidi, resina, inerti. E’ proprio la miscelazione di queste materie che permette a Coppola di dare vita al bello. È stato proprio il concetto di bellezza la base della sua lectio rivolta agli artigiani, artisti e designer partecipanti alla seconda edizione di Fucina Madre in corso di svolgimento a Matera secondo il quale gli oggetti creati non devono essere realizzati solo per avere una vita breve, ma devono rimanere belli nel tempo perché le cose belle sono belle sempre, per l’eternità. Dopo più di 30 anni vissuti a Londra dove ha fortemente voluto e potuto crescere professionalmente sino ad acquisire fama e notorietà internazionali , ha deciso di ritornare in Basilicata, nella sua terra di origine, per proseguire nel suo progetto imprenditoriale, ma soprattutto per la nostalgia dei colori, degli odori e della luce che solo la Basilicata possiede e sa trasmettere. Il passaggio più importante del suo intervento è stato rivolto ai giovani, alle future generazioni che hanno una grande opportunità riguardo alla possibilità di poter imparare un’arte dalla sulla esperienza; la sua disponibilità al riguardo è così grande che considererebbe un fallimento il fatto di non riuscire ad avviare accompagnandoli nel mondo del lavoro artistico artigianale almeno una ventina di giovani promettenti. l suo più grande sogno è quello di poter vedere tramandata la sua esperienza alle future generazioni di giovani artisti. Una persona di grande umanità e attenta alle problematiche del Territorio e desideroso di dare il proprio contributo per favorirne la crescita e lo sviluppo unico argine alla emigrazione e giovanile.

Matera, 10.07.2021

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*