GIOIA ORGOGLIO E SOFFERENZA GLI AZZURRI SONO IN FINALE. ANCHE DALLA NOSTRA CITTA’ LA SPINTA PER L’IMPRESA

PISTICCI. Avanti senza paura e con immensa fiducia. I “Leoni d’Italia”  hanno superato anche lo scoglio della Spagna ed ora si sono  qualificati per la  finale Ci tocca la….Danimarca  o, chissà,  l’ Inghilterra. Lo sapremo questa sera , ma l’una o l’altra “per noi pari sono”, per dirla con un detto  “rigolettiano” “vardiano”. Non un partita come le altre. La Spagna è una grande squadra  che ci ha pure messo in difficoltà. Allo straordinario gol di Federico Chiesa,  la risposta  dello spagnolo – italiano Alvaro Morata. Una gara  lunga  120 minuti e oltre con la roulette dei calci di rigore. Morata fa  e disfa,  facendosi parare il tiro da un Gigio Donnarumma sempre in grande  forma. Lo imita uno dei migliori in campo, Dani Olmo. La partita nelle mani  di Jorginho che trasforma a modo suo il tiro della qualificazione che rende  felici milioni di  tifosi e  telespettatori  dell’Italia, dell’Europa e di tutto il mondo.  Classe, forza, orgoglio per essere presenti all’appuntamento delle ore 21 di domenica 12 luglio  allo stadio Wembley  di Londra  e giocarci  con l’avversario che ci capiterà, l’affascinante avventura  di Europa 2020.  IerI sera, tutta Pisticci e il nostro territorio, da Marconia, allo Scalo, a Tinchi a Centro Agricolo, Casinello, tutte le zone del mare, davanti al teleschermo  per seguire e incoraggiare la nostra eroica bellissima Italia per questo atto finale. In piazza Umberto I° anche  un grande televisore ( bella iniziativa) al lato dello spiazzo. Al silenzio  delle azioni e del gioco, il boato  per la grande gioia  del  gol di Chiesa   seguita dalla sofferenza  della rete di Morata e  dal tripudio indescrivibile  della piazza dopo la rete finale e decisiva dell’ex giocatore napoletano. Ma il bello deve ancora venire. Quel bello  che ci ricorda imprese come  quei fantastici mesi di luglio 1982 e 2006, senza dimenticare le notti azzurre di Italia 90. Prepariamoci a vivere insieme questi ultimi minuti che mancano.  Si dice che “le cose belle vanno vissute fino in fondo”. Per noi quella “cosa bella”  si chiama   “Campionato Europeo 2020” . Viviamola tutti insieme. Con la fiducia che merita , magari rispolverando quel fantastico coretto dei Mondiali 2006  “poo po po po po poo”, che ci portò fortuna. Viva l’Italia, viva gli azzurri. 

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*