ASSOCIAZIONE FESTE PATRONALI SAN ROCCO: DIMISSIONI DI MARIO SANTARCANGELO,DONATO MELFI, GRAZIA M. CARIGLIA E FRANCESCO MONTANARO

Riceviamo e pubblichiamo. Quattro dimissioni  nei giorni scorsi dall’Associazione Feste Patronali San Rocco e la cosa dispiace parecchio, soprattutto in vista delle prossime festività, anche quest’anno in forma ridotta a causa della pandemia. In particolare si tratta dei soci Mario Santarcangelo, meglio conosciuto col nome artistico di Mario Esse, Donato Melfi,  Grazia Maria Cariglia e Francesco Montanaro. Attraverso una  nota che ci ha fatto pervenire Mario Esse, la comunicazione alla cittadinanza. “ Nella serata del 28 giugno  – recita la nota – i signori Mario Santarcangelo, Grazia Maria Cariglia, Donato  Melfi e Francesco Montanaro, con grandissimo dispiacere,  si sono dimessi dalla ‘Associazione  Feste Patronali  San Rocco di Pisticci. Si coglie l’occasione per ringraziare tutti i cittadini  e tutti coloro che hanno contribuito in maniera fattiva e determinante  a far diventare  ancora più grande la festa  del nostro Patrono San Rocco nonché il nostro paese Pisticci. Pertanto, ringraziamo tutti quelli con cui abbiamo avuti rapporti di collaborazione e per il contributo offerto; gli sponsor, le imprese di costruzioni e non , le attività commerciali, gli artigiani, i bar, le pizzerie, la Protezione Civile, i dipendenti sanitari , il Comune di Pisticci, la Polizia  locale, La Polizia di Stato i Carabinieri , inoltre le ditte e imprenditori di Senise e di Pietragalla in provincia di Potenza, le ditte di S. Giovanni Rotondo e di Santeramo in Colle, quelle di  Matera, Bernalda e Montalbano Ionico. Sicuramente siete in tantissimi che avete creduto in ciò che stavamo facendo ed in ciò che in quel momento rappresentavamo. Ci avere dato tantissima fiducia e speriamo di averla meritata e ricambiata tutta con il nostro operato sempre colmo di rispetto e devozione  nei confronti  del nostro grandissimo Patrono San Rocco. Un saluto e un affettuoso abbraccio a tutti voi. Datato 28 giugno 2021”. Evidentemente, alla base di questa decisione esistono delle motivazioni  serie  e che ne avrebbero  determinato la decisione  per l’abbandono di una storica Associazione  di cui facevano parte da qualche anno, sempre con orgoglio e passione. La cosa dispiace parecchio e qui se ne parla tanto, soprattutto conoscendo l’impegno  di queste persone  che si sono dedicate anima e corpo nell’attività associativa.  Cose che non dovrebbero mai accadere, ma quando accadono però, il primo a dispiacersi potrebbe essere proprio il nostro miracoloso San Rocco protettore della nostra città e territorio. E proprio nel nome del nostro Santo Patrono, da parte nostra, l’auspicio è di un pronto chiarimento all’interno del gruppo e di una ricomposizione della frattura, riportando il tutto alla normalità, nella pace e nella fattiva  collaborazione.  

MICHELE SELVAGGI 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*