MISSIONE ASSOCIAZIONE CUOCHI ITALIANI A CHISINAU (MOLDAVIA)

La cucina euromediterranea ha come ingredienti base le vecchie tradizioni, le ricette delle nonne, i prodotti tipici di qualità, ma deve misurarsi con le nuove esigenze dei consumatori e fare i conti con i cambiamenti dei mercati alimentari esteri specie nel post pandemia. Partendo da questa valutazione, tutt’altro che formale e scontata, l’ACI (Associazione Cuochi Italiani), presieduta dalla lucana Enza Barbaro, sta preparando un evento fortemente innovativo a Chisinau, capitale della Moldavia. La nostra idea – spiega Barbaro – è che la Cucina ” euromediterranea” è la risposta migliore alle nuove esigenze alimentari dei popoli Europei.  Con la riscoperta delle antiche tradizioni popolari, attraverso piatti tipici e tradizionali, ACI intende identificare le caratteristiche comuni e le differenze tra le cucine , valorizzare le cucine locali e la loro originalita’, integrare le stesse nella ” cucina Euromediterranea”.

L’evento nella capitale moldava prevede la preparazione di tre piatti tipici moldavi e tre italiani-mediterranei per un raffronto delle caratteristiche, analizzando la preparazione delle ricette, il loro contenuto nutrizionale ed infine il riconoscimento del piatto da includere tra le ricette riconosciute euromediterranee, con finalità l’alimentazione equilibrata e sana.

La presidente ACI Enza Barbaro, autrice di un libro di ricette della cucina lucana ed italiana, a conferma del suo impegno a sostegno alla Cucina Italiana e Mediterranea, si occupa costantemente di formare i giovani , ponendo in evidenza il valore della formazione ,tra l’altro permanente presso Global School Palazzo Italia, e valorizzando il ruolo della donna professionista in cucina.

Il programma di attività dell’Associazione – che, oggi conta circa 130 associati chef , oltre a 97 allievi , 30 donne che, la presidente Enza Barbaro pone in prima linea ,avendo creato il nuovo  brand ‘’DONNA CHEF’’  che fa parte della famigli ACI in Europa – ha l’obiettivo di favorire il “made in Italy” che ha nell’enogastronomia il suo aspetto più significativo. Inoltre si punta a valorizzare e commercializzare oltre ai prodotti regionali le ricette tipiche e contestualmente, attraverso l’app realizzata a Palazzo Italia, promuovere incoming in Basilicata in modo da far conoscere la storia e l’origine di ogni piatto legato all’identità culturale di un popolo.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*