Meeting Production a Sant’Angelo Le Fratte: Cinemadamare entra nel vivo

Dodici film per trentasette filmmaker, dodici troupe con 25 nazionalità diverse. La riunione di produzione della settimana di Cinemadamare a Sant’Angelo Le Fratte si annuncia particolarmente ricca: i filmmaker lucani e stranieri sono già a lavoro per la produzione delle loro opere. Molti di loro hanno già allestito i loro set che praticamente invadono tutto il centro storico, e rendono “il paese delle cantine” un’immensa officina del cinema digitale. In questi giorni, accompagnati dal suono delle tante lingue straniere, aspiranti registi, attori e tecnici cercano le condizioni migliori per tradurre le loro sceneggiature in tanti film.  “Ciò che rende particolare questa tappa e questa regione -spiega Lorenzo Sammicheli di Firenze- è l’estrema disponibilità da parte dell’amministrazione comunale e dei semplici cittadini ad aiutarci nel nostro impegno produttivo”. Un altro cineasta di origina argentina utilizzerà le risorse ambientali e naturalistiche di Sant’Angelo Le Fratte per girare un cortometraggio ispirato ai grandi film western della storia del cinema: ha già trovato, anche, i cavalli che un’azienda agricola del posto gli ha messo a disposizione per le sue scene. 

Ovviamente, non mancano gli attori nella Carovana di Cinemadamare, giunta alla XIX edizione: tra questi, Christopher Delacruz, newyorkese, che incantato dai vicoli, dalle cantine, e dalle tante statue che arredano il Borgo, non vede l’ora di andare in scena sui tanti set. ”Arrivare a Sant’Angelo Le Fratte -spiega-  per un attore proveniente da New York significa provare un vero e proprio shock culturale ed emotivo, grazie al quale, anche, le emozioni di un attore diventano più pertinenti con i personaggi che si interpretano”. Ma sono tutti quanti i giovani filmmaker ad essere letteralmente travolti dall’entusiasmo della gente e dalla natura struggente che circonda il paesino, dando vita a produzioni cinematografiche, in cui diventano protagonisti davanti e dietro la macchina da presa. Impegnati in tutte le fasi della realizzazione dei corti, i cineasti, che si avvalgono  della formazione sul campo, trasformano la loro passione per il cinema in esperienza e condivisione. 

“Siamo pieni di gioia nell’accogliere per il quarto anno consecutivo Cinemadamare, che sicuramente rappresenta un motivo di orgoglio per il nostro Comune e la nostra amministrazione”, spiega il vicesindaco, Vincenzo Ostuni, mentre accoglie i cidiemmini sul suo territorio. Il Campus Internazionale Itinerante di Cinemadamare è approdato a Sant’Angelo Le Fratte per la prima tappa del suo tour in Basilicata, dopo l’intensa settimana che si è, da poco, conclusa a Fiuggi. Non si tratta, però, dell’unico appuntamento in terra lucana, perché la Carovana tornerà nuovamente a Nova Siri e Trecchina, dopo aver portato tutto il suo entusiasmo e la sua capacità produttiva e creativa, a Pisa, Milano, Como, Tempo Pausania, ed in molti altri luoghi del nostro Paese. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*