PISTICCI: ELEZIONI COMUNALI D’AUTUNNO. TUTTO O QUASI E’ PRONTO. MANCANO SOLO I…CANDIDATI. IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

PISTICCI. Elezioni comunali d’autunno. Tutto è pronto. O quasi. Mancano solo i…. candidati. Il punto della situazione a pochi mesi dalla competizione che vedrà Pisticci e altri 25 centri, correre al rinnovo delle Amministrazioni, finora registra una sola certezza, la candidatura dell’ex sindaco Vito Di Trani che ha rotto gli indugi annunciando la sua terza consecutiva partecipazione per la riconquista del comune da lui retto dal 2011 al 2016. “Abbiamo lasciato tante cose incompiute 5 anni fa – ha spiegato il candidato di Forum Democratico – ed ora, anche per volere di tanta gente che aveva apprezzato quel nostro lavoro, offriamo l’impegno per ricandidarci alla guida di una città importante come Pisticci, che merita un governo serio, attento, duraturo e al passo coi tempi”. Finora, a Di Trani non sono seguite ufficialmente altre iniziative che comunque non dovrebbero tardare. Innanzitutto la candidatura del sindaco Viviana Verri, data ormai più che certa, ma ancora senza l’ufficialità,  per una sua riconferma a Palazzo Giannantonio. Saranno solo i “5 S” ad appoggiarla o, con essi altre forze civiche – politiche? Ancora non è dato sapere e i giochi si fanno sempre più interessanti in un panorama di attesa che sicuramente potrà riservare sorprese. Si fanno diversi nomi di candidati sindaci, compreso quello di una ragazza di Marconia, che cosi non lascerebbe la Verri sola in quota rosa. Una visita l’altra sera in città dell’ex Assessore Regionale Nicola Benedetto, ha creato illazioni su suoi propositi elettorali di autunno. Benedetto, come è noto, è in debito per il sostanzioso appoggio ricevuto alle regionali dal Governatore Bardi e, non sappiamo se, per l’occasione,  la cosa potrebbe far pensare chissà, a qualche operazione che potrebbe coinvolgere forze del c.d. da Forza Italia a Lega a  Fratelli d’Italia, dai cui responsabili però, Pasquale Tuccino, Rocco Fuina, Francesco Di Benedetto, finora non sono venute indicazioni di sorta. Resta intanto da capire la strategie del PD locale, che ha appena registrato il cambio di segreteria, e da cui provengono precisi segnali che la nuova classe giovanile porta avanti con idee sicuramente indicative anche nella scelta di programmi e candidati, sindaco compreso. Le prospettive sono per una partita interessante e tutta da giocare, anche in attesa di segnali da altre forze locali, come Leu, Italia in Comune, Lista dei Cittadini, Direzione Comune, CivicaMente Pisticci, Pisticci in Comune, Fare Comunità, Italia Viva, oltre ad altri gruppi che hanno anticipato interessi a scendere in campo, ma ancora senza identità precise. Insomma, una partita più che impegnativa che ci riporta ad altre accese tenzoni elettorali del passato. Nessuna, ricordiamo, vissuta sotto tono. Ovviamente, lontani sono i tempi di quando decidevano i partiti. Più o meno lontani i tempi di NIcola Cataldo, Nino Michetti, Rocco Grieco, Mingo Giannace, Mingo Bellini, Luigi Onorati ed altri,  in campagne elettorali che sicuramente vanno ricordate per l’impegno e passione che le accompagnava. Da allora tante cose sono cambiate.  Ma il nostro auspicio è che non sia mutato o venuto meno, quell’impegno e passione di chi ha ancora a cuore il bene di questa nostra città.

  MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*