SAILGP TARANTO, BILANCIO POSITIVO PER KYMA AMBIENTE

Il successo del SailGp a Taranto nel weekend del 5 e 6 giugno, e per tutta la settimana caratterizzata da eventi collaterali in città, porta la firma anche di Kyma Ambiente. L’azienda è stata parte attiva della manifestazione velistica più veloce al mondo, fortemente voluta dall’amministrazione Melucci. Migliaia di turisti hanno potuto ammirare una città pulita e accogliente, grazie al lavoro quotidiano degli operatori e al dispiegamento di numerosi mezzi a sostegno.

Ogni giorno è stato effettuato il servizio di raccolta dei rifiuti e di spazzamento delle sedi interessate dalla manifestazione. In particolare il molo San Cataldo, la Rotonda del Lungomare, il molo Sant’Eligio, Piazzale Democrate, il Castello Aragonese. C’è stato un implemento della raccolta dei rifiuti dai cassonetti ingegnerizzati nel Borgo e in Città Vecchia (due volte al giorno) e dei servizi di pulizia e cambio buste dei cestini (tre volte al giorno). C’è stato, inoltre, un servizio speciale di raccolta degli ingombranti abbandonati.

Si è proceduto anche alla pulizia straordinaria della Passeggiata Leogrande, in corrispondenza del Lungomare di Taranto, uno degli affacci più belli sulla rada di Mar Grande, dove si sono sfidati i velocissimi catamarani F50. Positivo anche il bilancio del servizio di raccolta differenziata all’interno del media hub, dove erano stati allestiti cestini e carrellati, svuotati con regolarità e nel pieno rispetto dello spirito di SailGP, completamente plastic free.

SailGp, lo ricordiamo, è una competizione che ha un impatto positivo sull’ambiente e Kyma Ambiente ha dato il suo contributo in prima linea.

«SailGp è una manifestazione straordinaria – ha commentato il presidente Giampiero Mancarelli – anche per gli aspetti green e l’attenzione che ha per l’impatto positivo sull’ambiente. Per l’occasione abbiamo aggiunto numerosi carrellati di multimateriale, organico e vetro che porteranno anche a una ricognizione a breve di quelli che sono stati gli impatti di questa manifestazione. Questa non poteva essere che una miglior vetrina per una Taranto che vuole cambiare. Scenari internazionali straordinari per una Taranto capitale del mare».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*