MAURIZIO BOLOGNETTI: No ai discriminatori e ricattatori “Certificati Verdi”.

Venerdì 7 maggio, Maurizio Bolognetti darà vita a una nuova azione di disobbedienza
civile. Bolognetti, che è corrispondente di Radio Radicale e segretario dell’Associazione
Radicali Lucani, è in sciopero della fame dalle ore 23.59 del 14 aprile per chiedere
verità “su 15 mesi di emergenza sanitaria fattasi emergenza democratica”. Ecco il
testo della lettera inviata al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Alla cortese attenzione del
Ministro Luciana Lamorgese
p.c.
Mario Draghi, Presidente del Consiglio
Roberto Speranza, Ministro della Salute
Questura di Potenza
Digos Potenza
Carabinieri Latronico

Gentile Ministro,
la presente solo per comunicarle che alle ore 15.00 di venerdì 7 maggio partirò da
Latronico (Basilicata) per recarmi a Padula (Campania). In base alle disposizioni
vigenti il mio viaggio risulta vietato. Mi limito a rappresentarle che non mi sposterò
per questioni di lavoro, necessità o salute. Mi recherò a Padula per visitare la
meravigliosa Certosa che lei di certo conosce.
Da cittadino, sottolineo da cittadino, intendo dar corpo a una nuova azione di
disobbedienza civile per contestare l’introduzione di provvedimenti odiosi e ricattatori,
discriminatori e privi di adeguate pezze d’appoggio scientifiche. Di certo tra questi
annovero l’art. 9 del cosiddetto “Decreto riaperture” che ha introdotto i “Certificati
verdi”.
Credo non serva sottolineare quanto il Governo ha pubblicato nelle faq in relazione
alle regioni collocate in fascia arancione.
Cordiali saluti.
Latronico, 4 maggio 2021

Maurizio Bolognetti
(in sciopero della fame dalle ore 23.59 del 14 aprile per chiedere verità su 15
mesi di emergenza sanitaria fattasi emergenza democratica)

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*