Centro cinematografia Matera, Quarto (FdI) “Regione ha già risolto”

“Forte stupore, grande perplessità desta la posizione assunta nei giorni scorsi dal sindaco Bennardi sull’istituendo Centro di Cinematografia a Matera. Una ‘uscita’ sinceramente incomprensibile in tutti i suoi aspetti. Infatti rilanciare la proposta, come fatto da Bennardi, di una copertura del progetto per sei anni,’perché non ha senso partire per poi doversi fermare’ appare inopportuno e privo di qualsiasi logica costruttiva e operativa”. Lo sostiene il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Piergiorgio Quarto. “Occorre ricordare a tutti i cittadini lucani che la Regione Basilicata non solo si è impegnata, ma ha già stanziato, in un apposito capitolo di spesa annuale – aggiunge Quarto –  la somma di euro 700.000 per garantire e realizzare la gestione funzionale dei Corsi di Alta Formazione del Centro Sperimentale di Cinematografia da ospitare a Matera. Tale capitolo verrà sistematicamente rinnovato ogni anno. Tutto fatto quindi da parte della Giunta regionale con la promessa e avvenuta approvazione dello schema del Bilancio di Previsione 2021”. “Appare pertanto paradossale, come già evidenziato, la richiesta rivolta da Bennardi al Governatore Bardi di finanziare – continua – il progetto già in partenza per l’intera sua durata. Come tutti sappiamo, ci troviamo di fronte ad una iniziativa dalla valenza formativa di estrema rilevanza per tutta la Regione, comprensivo di corsi sulla cinematografia riconosciuti a livello ministeriale, in grado di rivelarsi un volano di sviluppo innovativo e creativo per l’intera economia regionale. Il progetto deve trovare pronta e corretta attuazione da subito, i corsi della scuola è giusto che abbiano inizio con l’anno accademico 2021/22”.  “Spetta invece al Comune e al Sindaco Bennardi – dice – ottemperare agli obblighi negoziali assunti con il Protocollo d’ intesa stipulato a giugno dello scorso anno. Occorre perciò riqualificare in tempi brevi dopo opportuna concessione in comodato, l’immobile in via Lazzazera, utilizzando al meglio sia i 600.000 euro ottenuti in forza della legge 205/2017 per rifunzionalizzare la futura sede che gli 800.000 euro assegnati dalla Regione Basilicata al Comune di Matera per la sistemazione logistica dell’intera area didattica”. “Alla luce di quanto esposto, considerando la ristrettezza dei tempi – conclude Quarto – non rimane da dire che ‘adesso tocca a lei caro Sindaco Bennardi rimboccarsi le maniche per permettere la realizzazione di un progetto di così grande importanza per la città di Matera’. Come purtroppo spesso accade in politica nessuno può permettersi di ripiegare su posizioni di comodo, alterando il giusto evolversi dei fatti a discapito degli interessi della collettività”.       

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*