Dantedì, la Basilicata celebra Dante

Potenza, 25 marzo 2021


Dantedì, la Basilicata celebra Dante

“In viaggio” è il titolo del video arte attraverso il quale la Regione Basilicata celebra il
Dantedì.
La presentazione avverrà oggi in apertura dei lavori del Consiglio regionale, convocato in
modalità telematica e fruibile dalla home page del portale web della Regione Basilicata.
L’opera, realizzata da un’idea dell’artista lucano Marcello Mantegazza con la
collaborazione di Tania Carella per la voce, Massimo Lovisco per la musica e Gerardo
Marmo per il video editing, nata dall’impulso del consigliere regionale delegato alle
politiche culturali, Dina Sileo, in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte del
Sommo Poeta. “Dante – dichiara il consigliere Sileo – è il poeta del desiderio, colui che ricerca le stelle,
ovvero la luce che permette allʼuomo di non smarrirsi nellʼagitato mare dellʼessere, la luce
del Paradiso che si contrappone al buio del peccato dellʼInferno. La prima e indispensabile
tappa del viaggio verso la salvezza consiste nella conoscenza. Una conoscenza non fine a se
stessa ma che da desiderio interiore contempli la relazione con lʼaltro. Cultura significa
avere cura, crescere, elevare. Cultura è essenzialmente relazione e condivisione. La genesi
dell’opera di Mantegazza vuole essere testimonianza di questa visione. È dovere delle
Istituzioni, oggi più che mai, creare spazi di contaminazione che diano vita a nuove sinergie
e produzioni di pensiero”.
“Il video – afferma Mantegazza – utilizza la narrazione per certi versi oggi anche
abusata per parlare di viaggi interiori, di quegli spostamenti che avvengono senza muoversi
dalla propria stanza, tra l’altro in un periodo di forti limitazioni come quello che stiamo
attualmente vivendo per le tristi e note vicende legate alla pandemia, in cui spesso è
preclusa proprio l’idea di potersi spostare fisicamente, di mettersi in viaggio. Allora forse
questo sognare ci pone anche in una condizione altra, di attesa, provando a reimmaginare un
futuro”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*