TRICARICO-TRE CANCELLI: PER EMERGENZA COVID LA NEVE OPPORTUNITA’ SPRECATA

Una volta per Tricarico e  per il turismo rurale della Collina Materana la neve era un attrattore formidabile di turisti. Arrivavano comitive, famiglie, gruppi, coppie specie dalla vicina Puglia ma anche da Campania e Lazio per godersi un paesaggio decisamente diverso da quello più conosciuto in gran parte dell’anno. Quella arrivata improvvisa con l’avvio della primavera, purtroppo, nell’attuale situazione di emergenza pandemica, è solo un’occasione sprecata. Ne sa qualcosa l’operatore agrituristico Nino Miseo, titolare de La Dimora Tre Cancelli, letteralmente sommersa dalla neve che da queste parti ha superato i 30 centimetri in poche ore. Le immagini delle poltroncine nere sommerse di neve nell’area della Dimora che erano destinate agli ospiti (che non arriveranno mai) sono più significative di qualsiasi parola. Peccato – sottolinea l’operatore insignito del Premio Thalia 2017 per l’originale ed innovativa proposta di ospitalità turistica di charme – che anche in questo primo periodo dell’anno, come per tutto il 2020, dobbiamo subire gli effetti della pandemia e quindi l’assenza totale di turisti, proprio come è già accaduto a Carnevale che a Tricarico è sempre stato un forte richiamo e come purtroppo accadrà nelle imminenti festività di Pasqua.  Per la collocazione della Collina Materana come di altre aree della provincia la vicinanza con il turismo di prossimità in particolare pugliese ma anche campano è un elemento da sfruttare tanto più che nelle regioni vicine la neve è una rarità.

A Tre Cancelli l’ospitalità del turismo rurale di charme oltre a segnare la sua prima esperienza lucana è diventata l’esempio di “resilienza” degli operatori che non sono certo rassegnati e non intendono buttare la spugna.  E’ un’offerta di ospitalità molto diffusa in tante regioni italiane dove specie l’agriturismo di charme ha accanto a sè anche una agricoltura di alta qualità, capace di produrre specialità tipiche del territorio nel pieno rispetto delle tradizioni coniugando lusso con genuinità. Da noi invece è una novità per un target specifico attraverso un taglio organizzativo che comunque resta coerente con le testimonianze più nobili della ruralità, la valorizzazione culturale della vacanza e il rispetto del paesaggio e dell’ambiente e rivolto a chi non si accontenta della tradizionale formula dell’agriturismo. Fattore determinante per la vacanza di charme è la storia dei proprietari. E la Dimora Tre Cancelli è legata alla storia di Nino Miseo, tricaricese, che vanta una lunga esperienza internazionale nell’industria della ricettività. Da qualche anno ha deciso di tornare a Tricarico per dedicarsi alla Dimora, immersa in un bosco incontaminato di 800 ettari di querce e cerri, con camere arredate in stile etnico, con mobili in legno massello realizzati a mano da abili artigiani, tutte dotate di balcone con vista panorama, di televisore, cassette di sicurezze e wi-fi gratuito. L’operatore “ambasciatore Onu per il turismo”, che in Ghana dal 2009 ha ricoperto un prestigioso incarico,  affidatogli dall’Onu e in particolare dall’Undp, United nations development program, struttura che aiuta le piccole e medie imprese nella gestione e formazione del personale indigeno, ha diretto complessi alberghieri, ha conosciuto gli effetti delle guerre e del crisi del turismo internazionale, non demorde e si attrezza a vincere anche questa guerra. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*